La droga dello stupro diffusa fra Cerveteri e Ladispoli • Terzo Binario News

I numeri esposti dal gruppo Udi “Nilde Iotti” e raccolti dalle operatrici del Centro Antiviolenza cerite gestito dalla Cooperativa BeFree.

“Negli ultimi mesi siamo venute a conoscenza di una serie di violenze perpetuate contro donne narcotizzate o drogate.

Il gruppo Udi “Nilde Iotti” Ladispoli Cerveteri ha potuto raccogliere la casistica riportata dalle operatrici del Centro Antiviolenza di Cerveteri gestito dalla Cooperativa BeFree.

Si parla di “droga dello stupro”: il GHB, conosciuto anche come “ecstasi liquida”, si presenta come un liquido denso, senza colore né sapore; una specie di sciroppo, contenuto in bottigliette di plastica, ma anche come polvere bianca da sciogliere in un liquido o come pastiglia.

E’ nel commercio legale come anestetico chirurgico o antidolorifico ma è diffuso anche illegalmente e i sequestri operati dalle forze dell’ordine di questa ed altre sostanze si sono moltiplicati in tutta Italia.

Il GHB ha potere sedativo e ipnotico e per questo viene utilizzato per intontire le ragazze prima delle violenze sessuali: gli effetti durano alcune ore in base alla quantità ingerita.

La vittima avverte i sintomi di un’ubriacatezza molto intensa, poi sviene e perde coscienza. Le droghe da stupro sono utilizzate per alterare le capacità psichiche di una persona e possono venire assunte senza che la vittima se ne renda conto, si possono facilmente aggiungere a bevande o cibo o inoculare tramite iniezioni alle spalle in luoghi affollati (ricordiamo che queste sono droghe incolori, inodori ed insapori).

Noi del gruppo Udi “Nilde Iotti“ riteniamo che l’informazione in questi casi sia fondamentale e confrontandoci con le operatrici attive nella prevenzione e contrasto alla violenza di genere, ci siamo rese conto che se ne sa poco o niente di questo fenomeno.

Nel nostro territorio esistono dei luoghi dove le donne possono rivolgersi per avere informazioni o chiarire dei dubbi o avere supporto: sono i Consultori di Ladispoli e Cerveteri, il Centro antiviolenza di Cerveteri “Le farfalle“, lo sportello antiviolenza presso la Casa della salute. Aspettiamo da anni l’istituzione del Servizio per le dipendenze delle Asl che potrebbe essere un altro luogo deputato all’ascolto, all’accoglienza e al supporto.

E’ importante una diffusa campagna informativa e noi dell’UDI intendiamo fare la nostra parte, ma soprattutto le istituzioni debbono amplificare i nostri messaggi ed attuare strategie di prevenzione nelle scuole e nei territori”.

UDI “Nilde Iotti “ Ladispoli Cerveteri

Indirizzi:

Centro Antiviolenza Comunale “Le farfalle “ via dei bastioni 46 Cerveteri tel.3669755274 Consultorio Ladispoli via Nino Bixio 27 tel.06.96669384

Consultorio Cerveteri via Martiri delle Foibe 95 tel.06.96669312

Sportello Antiviolenza presso Casa della Salute Ladispoli tel.3890921510

Pubblicato venerdì, 17 Maggio 2024 @ 20:48:21     © RIPRODUZIONE RISERVATA