“Vi racconto in diretta le partite del Cerveteri Women”: il giovane Alessio Indino si racconta • Terzo Binario News

Prosegue la rubrica di incontri con i protagonisti della squadra di calcio femminile del Cerveteri. Oggi, incontriamo Alessio Indino, telecronista per passione

Prosegue la nostra rubrica di incontri con le protagoniste e i protagonisti del Cerveteri Women, la squadra di calcio femminile del Città di Cerveteri al suo esordio assoluto nel Campionato di Eccellenza.

Alcuni giorni fa, abbiamo intervistato il Mister Jacopo Lenzi, oggi invece, incontriamo chi alle gare della squadra femminile del Cerveteri presta voce e immagini.

Stiamo parlando di Alessio Indino, ragazzo di 24 anni, nella vita dipendente di un caseificio di Roma con due grandi passioni: il calcio femminile e le telecronache.

E sì, perché Alessio Indino, munito di telecamera, treppiedi, microfono e sempre ben coperto per ripararsi dalle intemperie e dal freddo, commenta sin dall’inizio della stagione le gesta del Cerveteri Women, realizzando un eccellente servizio di radiocronaca in diretta streaming sui propri social.

Oggi lo incontriamo per scambiare due chiacchiere con lui e per saperne di più.

Come hai iniziato ad avvicinarti al calcio femminile? Una grande passione la tua, visto che partecipi anche agli allenamenti!

Mi sono avvicinato al calcio femminile in un modo un po curioso. Ero ad una festa alla quale era presente anche mia cugina, Michela Mastropietro, attuale attaccante del Cerveteri, e mi fa conoscere una ragazza che ai tempi militava nel Passoscuro e da lì ho iniziato a vedere le gare del calcio femminile. Poi la frequentazione è terminata, ma la passione è rimasta e sono rimasta accanto a mia cugina anche quando ha cambiato squadra. Me ne sono così appassionato che è rinata poi un’altra mia grande passione, ovvero quella delle telecronache.

Hai seguito la squadra in tutto il Campionato, non soltanto nelle partite in casa ma anche in trasferta. Che rapporto hai con le ragazze? C’è amicizia anche fuori dal campo?

Quando ho iniziato, in occasione della gara in trasferta contro la Romulea, non pensavo di entrare a far parte in maniera effettiva dello staff della squadra, che considero una seconda famiglia. Ho un buon rapporto con il Mister e con tutte le calciatrici, alcune già le conoscevo e con altre ho stretto amicizia a campionato in corso. È un gruppo compatto, unito, coeso, fantastico, una vera e propria seconda casa.

*Commentare una partita in diretta non è facile, tu invece sin dalla prima cronaca ti sei dimostrato molto spigliato. Dove trovi ispirazione? Prima delle partite ti prepari qualcosa o vai “a braccio” dall’inizio alla fine?*

Caratterialmente sono sempre stato un tipo estroverso e comunicativo. Non mi sono trovato in difficoltà nel trovare le parole. La preparazione non c’è, oltre a sapere in anticipo la formazione delle ragazze e studiare la situazione delle avversarie. La preparazione pre-partita non è al momento il mio forte e vado molto a “ruota libera”. La difficoltà principale è certamente quella di riprendere e commentare in contemporanea. Sostanzialmente vado molto d’istinto e forse questo è uno degli aspetti che maggiormente mi regala divertimento ed entusiasmo.

Prima che telecronista, sei un tifoso del Cerveteri Women. Mister Lenzi, intervistato nei giorni scorsi si è dichiarato soddisfatto della stagione. Tu invece? Cosa vuoi dire alle ragazze?

Sono diventato subito tifoso della squadra, sin dalla prima partita in cui venni allo stadio per vedere mia cugina Michela giocare. Alle ragazze posso dire solamente grazie, perché mi divertono, mi esaltano, mi regalano 90minuti di gioia, sia nelle vittorie che nelle sconfitte. Per me è un onore poter raccontare le loro partite, perché ogni partita, ogni sabato, ogni volta che scendono in campo, ci mettono tutto il cuore e tutta la passione. Sono sicuro che se continueranno con questa costanza e con questo impegno possono solamente crescere. Fino alla fine, Forza Cerveteri!

In tanti ti fanno i complimenti sui social per il lavoro che svolgi a bordocampo. Una passione che vuole rimanere tale o sogni davvero un giorno di poter commentare i big del calcio mondiale? Da giornalisti, ci permettiamo di dirti una cosa (ma non montarti la testa!), la stoffa e la grinta ce l’hai!

Prima di tutto è una passione e per ora voglio godermi il momento e farla rimanere tale, continuare a divertirmi e raccontare le avventure delle ragazze del Cerveteri. I complimenti mi fanno certamente molto piacere e ne sono onorato, soprattutto perché vengono da persone competenti e che lo fanno in maniera davvero professionale. Certo, il sogno di commentare un giorno una partita di calcio internazionale esiste. Ma la mia gioia oggi è raccontare le partite delle nostre ragazze, che davvero meritano tanti successi e soddisfazioni sul campo e fuori. Ripeto, questa non è solamente una squadra di calcio, ma è una meravigliosa realtà che merita solamente di crescere.

Cerveteri-Women-4
Fase di allenamento delle ragazze del Cerveteri Women
Pubblicato giovedì, 8 Febbraio 2024 @ 13:44:43     © RIPRODUZIONE RISERVATA