Sinistra Italiana Lago: "Elezioni a Bracciano occasione per aggregare forze laiche e progressiste" - Terzo Binario News

“La sinistra esiste. Esiste e vuole esserci, per dare una rappresentanza politica a quanti si sono allontanati delusi e disorientati, vuole partecipare al governo e amministrare le città in una ampia coalizione progressista coesa intorno ad un programma ecologista e di giustizia sociale.

Per questo è nata Sinistra Italiana, per questo è nato il circolo del Lago.
La sinistra che è stata un progetto di liberazione, di lotta all’oppressione, di riscatto oggi si deve reiventare per intercettare la domanda politica che emerge dalla società.

Da dove si può iniziare se non dal territorio bene comune.

È il luogo a educare la comunità che lo abita; è il patrimonio di saperi, culture, esperienze, tradizioni a fornire alle persone che ci vivono la direzione da percorrere per la crescita, per il proprio arricchimento continuo nel tempo.

Ci suggerisce Alberto Magnaghi, uno dei massimi teorici del localismo consapevole, che essenziale è il sorgere di una “coscienza di luogo” (di quartiere, di città, di valle, di bioregione) che miri a tutelare i beni patrimoniali comuni, ossia culture, paesaggi urbani e rurali, produzioni locali, saperi. La coscienza di luogo è un passaggio intermedio per riacquistare la responsabilità sociale e per riaprire la strada a una visione della società che vada oltre il mercato.

Dobbiamo partire dal territorio visto non solo come lo spazio geografico che gravita attorno al lago di Bracciano, ma come rete di relazioni perchè, il Covid ce l’ha ricordato, non ci salviamo da soli.

Le elezioni che avranno luogo a Bracciano e negli altri Comuni del comprensorio sono molto importanti perché definiranno l’assetto di governo del territorio per i prossimi anni, ricchi di problemi ma anche di opportunità e più che mai occorre una visione condivisa da parte di tutti gli attori.

Una Costituente per Bracciano e Bracciano Ora Cambia che appoggiano il candidato a sindaco Crocicchi stanno realizzando un percorso di ascolto e di avvicinamento al territorio per aggregare forze politiche, associazioni, movimenti e realtà civiche molto importante che va riconosciuto e valorizzato: la sfida è presentarsi agli elettori non con il solito libro dei sogni ma con un programma credibile, che sia inquadrato in un “piano di comprensorio strategico all’interno dell’area metropolitana” che parli alle persone, ai loro piani di vita, che dia delle risposte alle esigenze reali.

Noi vogliamo aggregare una sinistra laica, inclusiva, dalla parte delle donne, dei lavoratori e di chi un lavoro non ce l’ha, dalla parte dei giovani, dei precari, dei migranti; una sinistra che ha il dovere di rappresentare principi generali di giustizia sociale, fratellanza e libertà. Dal contrasto al cambiamento climatico alla valorizzazione del talento giovanile, dal diritto alla salute alla giustizia fiscale l’obiettivo è favorire lo sviluppo di una società più equa e sostenibile.

Vogliamo consolidare nuove aggregazioni progressiste, puntando su due principi fondamentali:

– occorre avanzare proposte di policy concrete e credibili nei tempi di realizzazione;

– i processi decisionali siano trasparenti e partecipati.

Con questi obiettivi ci assumiamo il compito, lottando pacificamente col sorriso, di sensibilizzare la comunità su tutto ciò che riterrà utile a rendere un po’ migliore il territorio dove vive.

Rimbocchiamoci le maniche insieme.

Sinistra Italiana Lago

Pubblicato martedì, 30 Marzo 2021 @ 11:23:34     © RIPRODUZIONE RISERVATA