Dal tennis al padel: la parabola in ascesa di Claudio Cozzi - Terzo Binario News

Fondatore del circolo di Prato del Mare a Santa Marinella, è arrivato in semifinale a un torneo open si prima e seconda categoria

Maestro e fondatore del circolo di Prato del Mare a Santa Marinella, il 39enne Claudio Cozzi si è tolto lo sfizio di approdare in una semifinale ad un torneo open di padel riservato alla prima e seconda categoria che si è tenuto a Rieti.

<Ho tentato la scommessa – racconta il tennista – e sono riuscito ad andare oltre ogni aspettativa. Non pensavo che con il padel potessi arrivare tanto lontano e invece, passo dopo passo, sono arrivato quasi al trofeo. Non l’ho raggiunto ma sono comunque orgoglioso di me stesso”. Dapprima giocatore di tennis, poi maestro. La racchetta è una prolunga del braccio, e della vita, di Claudio: <Sì, ho accettato sfide difficili fin da bambino, le responsabilità non mi spaventano e dopo aver smesso con la carriera agonistica ho deciso di dedicarmi all’insegnamento”.

E l’insegnamento non può prescinde dall’impianto dove accogliere piccoli curiosi e adulti amanti del tennis: dunque ecco la nascita del circolo alla periferia nord della Perla: <Ho cercato di mettere la mia esperienza al servizio della gente – riprende Cozzi – e di sicuro ci sono il mio amore e la passione per la racchetta. Lo stesso interesse delle persone che mi aiutano a Prato del Mare.

Sono tante e appassionate come me”. Il tennis rimane il primo amore che non si scorda mai, poi ai è affiancato il gemello di gran moda negli ultimi anni ovvero il padel. Cozzi ha anche trasformato il circolo, per adattarlo ai tempi: <A Prato del Mare sto modellando i campi in funzione delle necessità degli iscritti. Bisogna essere sempre al passo con i tempi”.

Pubblicato lunedì, 13 Settembre 2021 @ 07:59:00     © RIPRODUZIONE RISERVATA