Atalanta-Lazio: guerriglia fuori dall'Olimpico, feriti comandante Gruppo Cassia e agente. Arrestati cinque ultrà biancocelesti - Terzo Binario News

Una guerriglia fuori dall’Olimpico: lancio di bottiglie, bombe carta, sampietrini. Tre le vetture della Polizia locale danneggiate, un’auto dei vigili andata a fuoco, il comandante della Polizia locale gruppo XV Cassia, che ha riportato ferite al viso e al lobo dell’orecchio, un agente intossicato dai lacrimogeni, cinque ultrà biancocelesti finiti in manette. I minuti che hanno preceduto Atalanta-Lazio, finale di Coppa Italia, hanno registrato gli scontri tra un gruppo di ultras biancocelesti e la Polizia, impegnata a disperdere i facinorosi con cariche di alleggerimento e gli idranti, all’altezza di Ponte Milvio.

Apprendiamo che alcuni cosiddetti tifosi hanno dato fuoco e danneggiato tre nostre auto, in zona Maresciallo Diaz. A noi continuano ad inviarci in questi scenari con la scusa che serviamo solo per la viabilità” sono state le parole di Stefano Giannini, segretario capitolino del Sulpl, sindacato dei caschi bianchi.

I tifosi bergamaschi, da par loro, hanno ridotto a una pattumiera il treno che li trasportava a Roma, come raccontato da un lettore di Terzo Binario. Le foto che sono state inviate al nostro giornale parlavano da sole: bottiglie di vetro e lattine di Coca Cola a terra, mozziconi di sigarette sparsi ovunque, cartacce gettate qua e là.

Come detto, cinque i tifosi della Lazio arrestati dalla Polizia. In manette, per “possesso di artifizi pirotecnici in occasione di manifestazioni sportive” i due ultrà fermati nei pressi della sede storica degli “Irriducibili” della Lazio, in via Amulio.

Nel pomeriggio invece, zona Ponte Milvio, durante l’afflusso allo Stadio Olimpico, un gruppo di ultrà della  Lazio travisati ha cercato di forzare il cordone della  Polizia che ha quindi risposto con qualche carica di alleggerimento e con l’uso degli idranti. I tifosi si sono resi responsabili di lanci di oggetti contro la Polizia ed hanno incendiato con una molotov una macchina della Polizia di Roma Capitale che ha preso fuoco.

Gli agenti della Polizia sono riusciti ad intercettare alcuni ultrà appartenenti a quel gruppo: tre di loro sono stati arrestati ed è al vaglio la posizione degli altri, per verificare le responsabilità nel lancio del materiale incendiario, anche grazie alla visione delle immagini acquisite.

Pubblicato mercoledì, 15 Maggio 2019 @ 20:36:54     © RIPRODUZIONE RISERVATA