Escursioni, buon cibo e musica: in mille al secondo picnic del Tolfa Jazz Festival • Terzo Binario News

di Cristiana Vallarino

Una giornata splendida, con un cielo terso e un caldo piacevole, quella di domenica dedicata al secondo Picnic musicale del Tolfa Jazz.

L’affluenza è stata davvero eccezionale, maggiore dell’appuntamento di maggio: difficile dare cifre – come spiegano gli organizzatori Alessio Ligi e Egidio Marcari dell’associazione Etra – ma probabilmente sui prati dei Comunali Macchiosi si sono sedute almeno un migliaio di persone.

Le stesse che si sono alternate alle panche sotto la pagoda o tra gli alberi per consumare il pasto a base di un’ottima acqua cotta oppure saporite e perfettamente al dente penne all’amatriciana, e poi salsiccia e ventresca sulla brace e le ciambelline, da inzuppare nel vino rosso.

picnic tolfa jazz settembre

Un quantitativo enorme di ottimo cibo che ha previsto anche dolcetti, caffè, birra e pure arrosticini per merenda: tutto è andato letteralmente a ruba. Le decine di volontari (tra cui il gruppo Adamo) hanno davvero lavorato sodo, sia in cucina che ai tavoli. Cosa che ha permesso che le lunghe file scorressero velocemente. Da notare che si sono usate apparecchiature compostabili, dato che Tolfa Jazz aderisce a “Jazz Takes the Green”, rete dei Festival ecosostenibili.

Importante naturalmente la presenza della Protezione Civile e dell’ambulanza della Cri. C’era anche una nutrita rappresentanza dell’amministrazione comunale, fra cui gli assessori Alessandro Tagliani e Tomasa Pala e la sindaca Stefania Bentivoglio che non si è tirata indietro nel dare una mano. Anche il primo cittadino di Allumiere Luigi Landi si è affacciato per un saluto.

Per molti dei presenti – venuti da Roma, Civitavecchia, Viterbo e anche da più lontano – la giornata era cominciata di buon ora, con le escursioni a piedi (col supporto della Pro Loco di Tolfa, presidente Felice Tidei in prima linea sui sentieri) o in mountain bike. Oppure con le passeggiate alla scoperta delle erbe spontanee, insieme a Francesca Stefanelli. Anche i bambini – ed erano davvero parecchi, di varie età – hanno avuto modo di divertirsi tra laboratori sensoriali e giochi con la Band degli gnomi.

picnic jazz max lazzarin
Max Lazzarin and the Great Magicians

Ma il clou della domenica nella campagna tolfetana è stato naturalmente il concerto open air offerto, dalle 15.30 in poi, dal trio di Max Lazzarini e the Great Magicians. Oltre a ritmi classici di artisti di New Orleans, il frontman al piano e alla voce, con Federico Patarnello alla batteria e Luce D’Aquila al basso, hanno presentato diversi brani del loro ultimo disco “Struck”, composto durante il lockdown Covid. Coinvolgendo il pubblico sistemato in piccoli gruppi, accovacciati sui teli offerti dell’organizzazione o sulle sedie portate da casa. Apprezzate anche le incursioni di musicisti locali, come Tony Marchi, sax tenore dei Lestofunky.

picnic tolfa jazz

Il picnic chiude il calendario 2022 del Tolfa Jazz Festival. Ma già si è al lavoro per confezionare quello dell’anno prossimo: come sempre si comincia a maggio, per introdurre la tre giorni in estate, quando Tolfa si trasforma in una piccola New Orleans.

Pubblicato lunedì, 19 Settembre 2022 @ 08:04:00     © RIPRODUZIONE RISERVATA