Giornata antiviolenza, il Pd di Ladispoli: "Serve sensibilizzare anche le attività commerciali" - Terzo Binario News

“Sono 112 le donne uccise nel 2020. Tra gennaio e novembre 2021, sono state 109 le vittime di femminicidio, in media uno ogni 3 giorni. Sono 7 milioni le donne, tra i 16 e i 70 anni, che hanno subito nel corso della propria vita una qualche forma di violenza fisica o sessuale, come confermano i dati Istat.

“Oltre alle attività in Parlamento e nelle amministrazioni, il Partito si è mobilitato in modo continuo e tutta la nostra comunità sul territorio nazionale. Per aprire ed ascoltare, agire e proporre. Per essere un presidio permanente e visibile di informazione e anche raccordo con le istituzioni e le associazioni impegnate a tutti i livelli contro la violenza.“

Partendo da una mozione Regionale – la segretaria del circolo PD Ladispoli Silvia Marongiu – esorta a prendere in considerazione anche le buone pratiche e invita l’amministrazione comunale e le attività commerciali cittadine (es. panetterie, supermercati, botteghe, grande distribuzione), le farmacie comunali e private, ad un’iniziativa concreta per il sostegno alle vittime di violenza: inserire il numero antiviolenza e stalking sugli scontrini fiscali con la dicitura se hai subito violenza o stalking chiama il 1522.

Un’iniziativa di sensibilizzazione che può sembrare piccola, ma se organizzata in modo capillare, con l’adesione di tutti gli operatori, può essere di grande impatto. Uno strumento in più per chiedere aiuto: dobbiamo far arrivare il messaggio alle donne vittime di violenza, che non sono da sole e che possono trovare un supporto certo.

Conviviamo con una profonda ferita, una vera e propria guerriglia contro la libertà e l’autonomia delle donne. Oltre ad applicare in ogni aspetto la Convenzione di Instanbul è necessario coinvolgere l’intera comunità: fare rete è fondamentale per creare nuove consapevolezze ed agire in diversi campi e settori della società. E’ necessario uno scatto ed una rivoluzione culturale; bisogna rafforzare le politiche integrate ed incrementare i finanziamenti e la rete dei centri antiviolenza.

A Ladispoli il circolo del PD è sempre stato in prima linea su questi temi. Oggi siamo a fianco delle battaglie di Donne in Movimento, delle Associazioni, delle operatrici dello sportello e delle Cooperative del territorio per l’apertura di un centro antiviolenza e per il rafforzamento dello sportello antiviolenza.

“Le giornate internazionali, le celebrazioni servono certo ad accendere la luce e illuminare un fenomeno gravissimo come questo. Ma non bastano. Al PD non basta più! “

PARTITO DEMOCRATICO – Circolo di Ladispoli

Pubblicato giovedì, 25 Novembre 2021 @ 11:32:17     © RIPRODUZIONE RISERVATA