Chiusi piscina e ristorante di Tarquinia dai Carabinieri del Nas - Terzo Binario News

I Carabinieri dei NAS, d’intesa con il Ministero della Salute, hanno condotto su tutto il territorio nazionale una campagna di controlli presso le strutture preposte ad offrire servizi e trattamenti destinati al benessere psico-fisico, come stabilimenti termali, centri benessere e spa.

Le attività di controllo hanno interessato complessivamente 628 strutture e attività, accertando irregolarità in 95 di esse, pari al 15% degli obiettivi ispezionati, delle quali 11 oggetto di provvedimenti di sospensione a causa di gravi carenze.
Le verifiche hanno consentito di accertare 38 violazioni sulla corretta attuazione delle misure di contenimento alla diffusione da Covid-19.

A Tarquinia (VT), è stato segnalato all’Autorità Sanitaria il gestore di una piscina con annessa attività di ristorazione, per aver attivato l’impianto utilizzando acqua priva dei requisiti di potabilità, risultata contaminata dal batterio “pseudomonas auriginosa” e per aver svolto somministrazione di alimenti e bevande in locali privi di autorizzazione.

Il sindaco del Comune etrusco ha disposto la chiusura della piscina il cui valore ammonta a circa 500.000 euro.

Pubblicato venerdì, 10 Settembre 2021 @ 16:57:32     © RIPRODUZIONE RISERVATA