Cerveteri, oltre 100 bambini alla scoperta della Posidonia - Terzo Binario News

Aula Consiliare invasa da bambini martedì 30 aprile. Oltre 100 bambini della Scuola Media dell’Istituto Comprensivo Marina di Cerveteri sono stati infatti accolti dall’Assessora alle Politiche Ambientali del Comune di Cerveteri Elena Gubetti e da esperti biologi marini dell’ISPRA, in una mattinata di informazione e divulgazione sull’importanza della protezione dell’habitat della Posidonia, una pianta acquatica, endemica del Mar Mediterraneo, appartenente alla famiglia delle Posidoniacee.

Altro tema affrontato, strettamente legato al Litorale, è sul complesso tema del trapianto che a Santa Severa è stato effettuato come misura di compensazione dei danni legati al dragaggio per l’ampliamento del porto di Civitavecchia.

L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto europeo LIFE S.E.POS.S.O, dedicato alla tutela della Posidonia.

“Una mattinata tra natura e tutela degli ecosistemi che i ragazzi hanno seguito con estrema attenzione ed interesse – ha dichiarato Elena Gubetti, Assessora alle Politiche Ambientali del Comune di Cerveteri – l’evento  è stata una occasione per informare i ragazzi, sull’importanza dell’habitat della Posidonia oceanica, e sui benefici prodotti sull’ecosistema marino. Per rendere l’incontro ancor più coinvolgente per i ragazzi è stato allestito un piccolo laboratorio di Biologia Marina, dove hanno potuto osservare la Posidonia e gli organismi che vivono tra le foglie e i rizomi della pianta. Inoltre sono stati distribuiti gadget del progetto come la storia a fumetti “Alla scoperta delle praterie di Posidonia oceanica“, realizzata nell’ambito del progetto, attraverso le avventure di Posy e Donia, le mascotte del progetto S.E.POS.SO.”.

“Momento davvero emozionante, il collegamento Skype in occasione di una vera e propria immersione da parte di alcuni operatori subacquei di ISPRA, collegati dalle acque della Sicilia che hanno mostrato in diretta ai ragazzi una prateria di Posidonia – prosegue la Gubetti, che commenta –   ho voluto portare questo progetto a Cerveteri perché credo che incrementare la consapevolezza dei fruitori del mare sull’importanza dell’habitat Posidonia oceanica, incentivando comportamenti responsabili e sostenibili e aumentando la conoscenza sul fenomeno dei trapianti in Italia e sulla loro gestione sia fondamentale per rendere i nostri ragazzi cittadini consapevoli. Ringrazio tutto il personale di ISPRA che con passione hanno sostenuto l’iniziativa, in particolar modo Tiziana Bacci, Barbara La Porta, Marco Pisapia, Fabio Bertasi, Claudia Delfini e Sara Poponessi, lo Staff del Sindaco e il Funzionario dell’Ufficio Informatico Dottor Paolo Renzi per il prezioso supporto tecnico ed organizzativo che ha offerto alla giornata”.

Pubblicato giovedì, 2 Maggio 2019 @ 11:09:05     © RIPRODUZIONE RISERVATA