Riserva Monterano: accordo Comune-Agraria sulle risorse forestali - Terzo Binario News
Riceviamo e pubblichiamo

È stato recentemente sottoscritto un importante accordo tra Comune di
Canale Monterano (quale Ente gestore della Riserva Naturale Regionale Monterano) ed Università Agraria di Canale Monterano per la soluzione delle problematiche legate alla cronologia (in funzione dell’estensione) delle particelle forestali destinate al taglio nell’ambito del Piano Generale di Assestamento forestale dell’Università Agraria di Canale Monterano, agevolando l’attuale fase di
approvazione.

L’Università Agraria di Canale Monterano intende garantire la duratura gestione ed
utilizzazione del patrimonio boschivo dell’Ente, al fine di trarre il maggior beneficio economico da detta utilizzazione e garantire l’operatività gestionale dell’Ente stesso. La Riserva Naturale Regionale Monterano persegue finalità, congiuntamente alla duratura e razionale utilizzazione del patrimonio
boschivo, volte alla tutela della biodiversità propria della Riserva Naturale Regionale Monterano, con tagli orientati per quanto possibile ad una selvicoltura di tipo “naturalistico”.

Congiuntamente le parti hanno dichiarato ed affermato il comune interesse alla tutela del paesaggio e dei diritti di uso civico, finalità e compiti istituzionali assegnati ad entrambi dal quadro normativo vigente. “L’accordo – dichiara il Vicesindaco Stefano Ciferri del Comune di Canale Monterano con delega al Bilancio, Ambiente e Riserva – rappresenta la soluzione ad un’annosa problematica riguardante l’utilizzo delle risorse forestali dentro la nostra Area Protetta, che in
passato ha visto contrapposti appunto la Riserva e l’Università Agraria. Sono sempre stato convinto e lo sono a maggior ragione adesso che il dialogo e la mediazione siano la strada maestra per trovare la soluzione a gran parte dei problemi.

Questo approccio ha consentito di ottenere un risultato importantissimo in una materia quale quella della pianificazione forestale. Questo accordo è il secondo in ordine di tempo che mi vede testimone di adesione a buone pratiche. Lo scorso anno infatti l’U.A. ha rinunciato al taglio di alcune particelle forestali con alto valore paesaggistico in cambio dei cosiddetti crediti di carbonio (una sorta di indennizzo) che la Riserva è riuscita a veicolare sul nostro territorio.

Ringrazio per il risultato raggiunto il Presidente della U.A. Maurizio D’Aiuto, il
suo Vicepresidente Fabrizio Lavini, il nuovo Direttore della Riserva Naturale Monterano Fernando Cappelli ed il Tecnico forestale naturalista della Riserva Fabio Scarfò”.

“Come Università Agraria – prosegue il Presidente Maurizio D’Aiuto – siamo sempre stati convinti che, in una piccola realtà quale è il nostro Comune, il confronto, il dialogo ed infine la collaborazione tra le parti interessate, possano portare solo vantaggi che vanno a beneficio di tutta la comunità. In questo caso in particolare, grazie alla disponibilità del Vicesindaco Stefano Ciferri e del
nuovo Direttore della Riserva Naturale Fernando Cappelli, si è riusciti a sbloccare una situazione che si protraeva da anni, un ringraziamento particolare al nostro Vicepresidente Fabrizio Lavini che ha la delega al patrimonio boschivo e che ha avuto un ruolo determinante per il raggiungimento del buon esito dell’incontro. Concludo con l’augurio che si possa proseguire su questo percorso di
collaborazione fattiva, con la speranza che, Comune, Riserva Naturale ed Università Agraria, insieme, possano continuare ad ottenere ulteriori risultati positivi che vadano a vantaggio del paesaggio e di tutta la comunità di Canale Monterano”.

Pubblicato venerdì, 5 Marzo 2021 @ 17:18:48     © RIPRODUZIONE RISERVATA