Agresti: "Congratulazioni a Grando e alla Gubetti" • Terzo Binario News

Freddezza verso Moscherini: “Disinteresse verso chi non poteva votarlo perché minorenne”

“Nonostante i bruttissimi trascorsi con l’Amministrazione Grando (non con la persona Alessandro che è squisita) a causa della contrarietà al corso di romeno (furono raccolte firme per mandarmi via da Ladispoli), alla alienazione della sala polifunzionale come mensa per i bambini (si dissero pubblicamente numerose falsità, fra le quali che la sala era pericolante, salvo poi, grazie ai buoni uffici del nuovo assessore Bitti, riconsegnarla ai bambini senza alcun lavoro di ripristino), alla mancata concessione della sala consiliare agli studenti necessaria per concerti e incontri con personalità (con la scusa della impossibilità a far entrare più di 99 persone per “motivi di sicurezza”, salvo poi che per altre riunioni ed eventi la sala viene riempita senza timori di rischi per nessuno), non ho avuto alcuna remora nel complimentarmi, con piacere, con il sindaco Alessandro Grando per la sua rielezione.

A livello locale contano le persone e meno le ideologie politiche ed evidentemente Alessandro Grando, che ha mostrato altre priorità rispetto al bene dei ragazzi, ha convinto più degli altri candidati Pascucci, Marongiu e Mollica Graziano e personalmente (nonostante la mia espressa stima per loro) rispetto il pensiero democratico del popolo, per cui faccio nuovamente e pubblicamente i miei auguri e porgo le mie congratulazioni al Sindaco Alessandro Grando a nome mio personale e a nome della intera Scuola che dirigo.

Prima della tornata elettorale, sia a Ladispoli sia a Cerveteri, i ragazzi avevano invitato i candidati alla carica di sindaco per conoscerli e porre loro delle domande.

Se a Ladispoli tutti i candidati, Grando in primis, generosamente si offrirono in “pasto” ai ragazzi, rispondendo puntualmente e generosamente ad ogni loro interrogativo, occorre invece ricordare che a Cerveteri solo le due candidate donne (Gubetti e Belardinelli) si presentarono a replicare alle domande dei ragazzi. Il terzo candidato non si degnò di presentarsi e non rispose né con un diniego né inviando una qualsivoglia scusa per la sua assenza.

Mi congratulo quindi con il Sindaco Alessandro Grando e con la neo sindaca Elena Gubetti (la quale è stata sempre presente a Scuola quando i ragazzi la hanno richiesta per alcune lezioni di arte o di ambiente, come peraltro ha sempre fatto l’ex sindaco Pascucci per le numerose lezioni di educazione civica).

Faccio i miei sinceri complimenti, nonostante la mancata elezione, ai consiglieri Pascucci, Marongiu, Mollica Graziano e Belardinelli, i quali certamente, dai loro scranni di opposizione, faranno del loro meglio per i ragazzi.

Non mi congratulo, né esprimo giudizi, sul candidato sindaco di Cerveteri che ha manifestato chiaramente il suo disinteresse per chi non poteva votarlo perché minorenne. Temo questo la dica lunga sull’atteggiamento che potremo attenderci verso i giovani da parte di questo signore. La maleducazione di chi si crede chissà cosa, davanti ai ragazzi, non considerandoli degni nemmeno di un cenno formale è, per quanto mi riguarda, semplicemente insopportabile”.

Riccardo Agresti

Pubblicato martedì, 28 Giugno 2022 @ 23:39:44     © RIPRODUZIONE RISERVATA