Un milione di euro dalla Regione per la ciclopedonale tra Tolfa e Allumiere • Terzo Binario News

Venerdì della lunga storia dell’attesissima opera hanno parlato i due sindaci Bentivoglio e Landi, del finanziamento la consigliera Tidei, del progetto del percorso attrezzato l’architetto Mencarelli

di Cristiana Vallarino

Tremilacentosessantanove metri lungo la Braccianese Claudia separano Allumiere da Tolfa. Quelli percorsi quotidianamente, a tutte le ore, da decine e decine di podisti, joggers o ciclisti che sfidano il traffico delle auto, rischiando non poco. In attesa del percorso ciclopedonale pensato e annunciato da decenni.

Quello che, finalmente, dopo varie false partenze, ha ottenuto poche settimane fa, un finanziamento di un milione di euro della Regione Lazio. La notizia è stata data venerdì pomeriggio nella pinacoteca comunale di Tolfa, gremita di tante persone, tolfetane ed allumierasche, a conferma dell’importanza dell’opera per entrambe le comunità. Un’opera che almeno sulla carta si prospetta impegnativa e perciò, realisticamente, bisognosa di ulteriori fondi. Che vanno quindi rapidamente ricercati.

Ad aprire l’incontro la sindaca di Tolfa, comune capofila nella realizzazione dell’opera, Stefania Bentivoglio. La quale ha dato delle date, punti fermi dell’iter: entro il 15 ottobre 2023 va appaltata, per avviare i lavori entro l’anno successivo.

“Si tratta di un successo degli ultimi vent’anni di tutti coloro che mi hanno preceduto – ha detto la sindaca -. Una vittoria collettiva che oggi celebriamo, anzi celebreremo meglio quando avremo il progetto esecutivo e la realizzazione effettiva. Veramente grazie in particolare a Marietta Tidei, consigliera regionale, fondamentale per ottenere i fondi e sempre a disposizione e a portata di telefono”.

Poi ha preso la parola il sindaco di Allumiere Luigi Landi, il quale ha promesso un secondo incontro, sempre con la Tidei, ad Allumiere “non per celebrarci, ma per per informare al meglio la cittadinanza”.

“Stiamo parlando di un tratto su cui molti dei presenti tutti i giorni fanno qualcosa, camminano, corrono, vanno in bicicletta – ha proseguito Landi – Qualcosa che fa bene al fisico e alla salute. Chiaro che il primo ringraziamento veramente sentito, ma direi politicamente corretto, va a chi ci ha lavorato, spendendo energie, capacità, forza di volontà affinché si potesse arrivare a questo punto”.

presentazione pedonale tolfa
Da sinistra, Mencarelli, Tidei, Bentivoglio, Landi. Sopra la pinacoteca gremita

Doveroso quindi l’applauso per la consigliera Tidei. “Tanti ci hanno provato, ma non ci sono riusciti, non era così scontato, diciamolo senza entrare nel tecnicismo – ha sottolineato il primo cittadino -. Però aver messo nella legge 14 un milione di euro per queste comunità, è veramente tanto se voi vedete la proporzione con cui si finanziano le opere un po’ in tutta la Regione Lazio, capirete quanto sforzo è stato fatto per investire sulle due comunità. Che hanno lavorato insieme, perchè questo è un progetto super condiviso. Io immagino che questa possa veramente essere l’opera che unisce definitivamente queste due comunità, partendo da un aspetto importantissimo della nostra vita. Lo sport”.

Landi ha infine sottolineato come le due comunità, 10mila abitanti su 27.000 ettari di territorio con presenze storiche, tradizionali, archeologiche, ambientali, naturalistiche, debbano avere più consapevolezza. “Sicuramente più strategia politica, più voglia di fare. Che questo successo possa essere prodromico a tante altre cose che possiamo fare insieme – la conclusione del sindaco -. Godiamoci questo momento della consapevolezza che non finisce qui, nel senso c’è da lavorare tanto, soprattutto per il Comune di Tolfa”.

Nel suo intervento la consigliere regionale di Italia Viva ha voluto condividere la soddisfazione di poter raccontare questo risultato, chiaramente ancora al punto di partenza. “Desidero prima di tutto ringraziare quanti in questi anni, anche prima che io mi occupassi della questione, sono stati da pungolo: oltre agli attuali, gli ex sindaci Pasquini, Battilocchio e anche il consigliere Mario Curi, che mi coinvolse nella questione. E le associazioni. Le amministrazioni locali possono tanto, soprattutto se lavorano in sinergia con le altre. Ma fondamentali sono quelli che a vario titolo si interessano, esortano gli amministratori a farle. Stavolta abbiamo individuato nella legge 14 lo strumento utile per poter finanziare, diciamo velocemente, l’opera”.

La Tidei si è poi detta fortunata per aver avuto la possibilità di crescere in questi luoghi, meravigliosi: “Un territorio, come diceva Luigi, ricco dal punto di vista naturalistico, ambientale, archeologico e che può veramente costituire un fattore di sviluppo molto di più anche rispetto a quanto è stato fatto finora, non perché fino adesso non sia stato fatto niente. Questo è un posto bello, vicino al mare e a Roma. L’essere comunque al centro di questo crocevia può veramente costituire la differenza. E oggi siamo in un momento in cui le risorse ci sono. Finora l’amministrazione pubblica doveva risparmiare. Adesso possiamo spendere. Causa pandemia, purtroppo. Però abbiamo un afflusso di risorse, anche nella Regione Lazio, al di là del PNRR. Pure la programmazione europea che gestiscono le Regioni in questo ciclo è raddoppiata, quindi ci saranno il doppio delle risorse. Però a fronte di un grande afflusso va messa in campo una progettualità adeguata, competitiva, anche rispetto ad altre realtà, perché le risorse non ci saranno per tutti. Ci saranno per quei territori che sapranno attrezzarsi e mettere in campo progetti specifici, competitivi e forieri di opportunità”.

braccianese tolfa allumiere 5
Un tratto della Braccianese tra Allumiere e Tolfa

La Tidei ha poi fatto una carrellata di altri risultati ottenuti durante questa legislatura regionale che si è appena sciolta e di quelle che sono state le sue esperienze personali, ringraziando i suoi collaboratori. E ha dato appuntamento a tutti per fare il punto dei lavori “sperando che procedano sempre con i piedi per terra. Però anche a passo spedito”.

Ad entrare nello specifico del progetto è stato l’architetto Ermanno Mencarelli, responsabile dell’ufficio tecnico di Tolfa, che si è fatto aiutare da quattro slides con i rendering di quella che è una prima idea basica dell’opera, a cui ha lavorato per poco più di tre settimane, da metà ottobre quando si è avuto conferma del finanziamento.

slide pedonale tolfa allumiere
In rosso nella slide il percorso attrezzato

“Si tratterà di un percorso attrezzato – ha detto Mencarelli –. Abbiamo a disposizione un milione d’euro. Ma quello che arriverà a terra in opere sarà purtroppo molto meno, attraverso una sinergia bilaterale. I punti di partenza sono sotto il convento dei Cappuccini e sotto il parcheggio del Faggeto”. Dove ha ipotizzato di creare due stazioni “di identità della memoria” che forniscano informazioni ma alternative: ad Allumiere si pubblicizzerà Tolfa e viceversa.

Come ha chiarito e mostrato il tecnico, il percorso non sarà sempre a bordo carreggiata: a volte sarà rialzato, ci sarà un ponticello, alcune isole attrezzate per lo sport o per il riposo, in molti punti s’addentrerà tra gli alberi, senza però disboscare o stravolgere la natura. Soprattutto senza barriere architettoniche per i diversamenti abili. Sarà un percorso che si adagia dentro il paesaggio naturale, non invasivo, a impatto morbido, dove la natura è preponderante rispetto all’utilizzo del percorso stesso. Nel campo della Cavaccia, quasi baricentrico tra i due lotti, possono essere attrezzate delle isole relax ecosostenibili”.

“Ovviamente – ha aggiunto realisticamente Mencarelli -, andranno approvati congiuntamente con due delibere di giunta dei due comuni: il progetto preliminare, i quadri economici, la relazione generale di spesa. Poi passeremo, come comune capofila, alla indizione della conferenza di servizi, strumento di procedurale per acquisire tutta la vincolistica, che non è poca. Conto molto sul coinvolgimento degli artigiani e delle imprese locali, che conosco e apprezzo, per la realizzazione delle strutture che saranno tutte altamente ecosostenibili. Spero che ci rincontreremo verso febbraio per illustrare il progetto definitivo”.

Pubblicato sabato, 19 Novembre 2022 @ 13:59:10     © RIPRODUZIONE RISERVATA