TolfArte, c'è anche lo Spazio Letterario: due giornate con doppio appuntamento • Terzo Binario News

Sabato e domenica, in piazza Diaz, si presentano tre libri e va in scena uno spettacolo dedicato a Pasolini

Artisti di strada e artigiani per tre giorni popolano ogni primo weekend di agosto, ormai da 18 anni. E’ TolfArte. Ma dall’edizione 2021 c’è qualcosa in più: uno spazio letterario, in cui ad essere protagonisti sono i libri e i loro autori.

Quest’anno la pagina scritta avrà due giorni dedicati, il 6 e il 7 agosto, ciascuno con un doppio appuntamento. La location è davvero particolare: un cortile di un palazzo privato, l’ex caserma dei carabinieri, messo a disposizione dagli attuali proprietari, in piazza Diaz.

L’organizzazione la firma Tolfa Gialli&Noir, in versione Off: ed è quindi una garanzia, soprattutto per lo svolgimento delle presentazioni che – come vuole tradizione del collaudato Festival letterario di genere – saranno divertenti e spettacolarizzate.

“Non vogliamo anticipare troppo” dice Serena Ferraiolo, scrittrice,traduttrice, blogger, editor che lavora alla Fondazione Bellonci, ormai trasferitasi da Roma a Tolfa, dove fa parte della infaticabile e affiatatissima squadra del Festival G&N e del gruppo di lettura della biblioteca comunale. Però rivela che almeno per due dei libri presentati, sono stati pensati interventi originali di cui nemmeno le scrittrici ospiti sono al corrente.

“Si tratta di autrici di grande spessore, i cui libri sono stati scelti dai gruppi di lettura: quello di Tolfa e quello di Civitavecchia – continua Ferraiolo –. Sono di genere diverso: il primo è ambientato a Shanghai con la protagonista sulle tracce del fratello scomparso, mentre quello della Casseri è una raccolta di interviste fatte durante il lockdown che lei ha montato in maniera originale, senza muoversi dal suo appartamento”.

“Comunque si tratta di libri in promozione e tutte e tre hanno inserito nei propri giri TolfArte, che avrà cura di ospitarle – conclude Serena Ferraiolo -. Lo spazio scelto per l’evento rientra in pieno nello spirito del Festival internazionale che vuole portare l’arte tra la gente, le strade e pure ….nelle case. E come si conviene a chi apre le porte della propria casa, ci sarà anche un piccolo ristoro, con tipici piatti locali”. Anche questo, molto curato, aspetto enogastronomico rientra nello stile poliedrico del team Gialli&Noir, come sanno chi frequenta le serate del Festival e del premio Felici.

Gli incontri serali saranno alle 21, mentre quelli pomeridiani alle 19 di sabato e alle 18,30 di domenica.

Si comincia con “Fame blu” di Viola Di Grado, edito da La Nave di Teseo. Gestisce l’incontro Marco Bartolomucci, del gruppo lettura di Tolfa. Seguirà una particolare ricostruzione sotto forma di spettacolo dell’ultima notte di PierPaolo Pasolini, a cura di Gino Saladini ed Anthony Caruana, in occasione del centenario della nascita del grande regista e scrittore. A presentare la seconda opera “Grand Tour Sentimentale” di Elisa Casseri, Solferino Libri, sarà Sergio Ceccarelli, sempre del gruppo di lettura collinare. Infine l’insegnante Carla Melchiorri, coordinatrice del gruppo di lettura di Civitavecchia, dialogherà con Elvira Seminara, autrice di “Diavoli di Sabbia”, Einaudi.

Ad alcuni brani dei libri della Di Grado e Seminara darà voce Marco Filabozzi, mentre altri due attori professionisti interpreteranno pagine della Casseri: Giuseppe Tantillo e Valentina Carli. Ai lettori dei vari gruppi il compito di “interrogare” le scrittrici.

Pubblicato martedì, 2 Agosto 2022 @ 16:26:44     © RIPRODUZIONE RISERVATA