Settanni tira le orecchie a Tidei: "Pessimo esempio di volgarità istituzionale" - Terzo Binario News

“Gli insulti a Santa Marinella sono ormai la norma e provengono da chi dovrebbe essere di buon esempio per la comunità.

E’ cronaca di questi giorni l’intervento del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che ha telefonato a Giorgia Meloni per porgerle la propria solidarietà a seguito delle offese ricevute addirittura da un docente dell’Università di Siena che le ha attribuito parole quali “Vacca”, “Scrofa” “Pesciarola, “Ortolana”.

L’episodio è sintomatico del livello di volgarità in cui affonda il Paese e accade negli stessi giorni in cui a Santa Marinella abbiamo assistito a comportamenti analoghi da parte addirittura del primo cittadino. Costui sin dall’inizio del suo mandato ha improntato i suoi comportamenti alla pubblica offesa dei comuni cittadini, dei funzionari comunali, così come degli avversari.

Nell’ultima sua intervista di martedi 16 febbraio a TalkCity Santa Marinella ha definito tre differenti avversari politici con insulti del genere “messicano”, “poraccio”, “fannullone” o espressioni quali “é un nullafacente quell’architetto che denuncia 10mila euro l’anno” dimostrando di essere il degno maestro di questa italica stirpe di insultatori seriali di cui è stata vittima Giorgia Meloni che credono si possa fare politica e amministrare senza rispettare gli altri, al di là del sesso, delle idee, della religione o professione.

Si è risparmiato solo il termine “affittacamere”, utilizzato ampiamente qualche tempo fa per dileggiare uno degli altri rappresentanti della minoranza, forse perché questo valido imprenditore è divenuto nel frattempo anche un ristoratore di successo della nostra città. Agli attacchi politici dei rappresentanti di minoranza hanno sempre fatto da contralto attacchi personali o afferenti alla sfera privata e questo è purtroppo l’atteggiamento vergognoso con cui la maggioranza che guida questa città reagisce.

Insomma, per farla breve, il rispetto è un sentimento che si merita dando rispetto….chi non rispetta non ha alcuna autorevolezza e non è in grado di rappresentare una comunità per la quale costituisce egli stesso un pessimo esempio.

E così dopo che il nome di Santa Marinella è approdato su Marte con una targa a bordo della sonda Rover Perseverance, ho deciso di far approdare anche alla Presidenza della Repubblica, al Ministero degli Interni ed alla Prefettura di Roma la registrazione della citata video intervista del sindaco, per mostrare quanto anche nella Perla del Tirreno le buone regole del dialogo, del corretto confronto democratico, del rispetto reciproco istituzionale ed umano siano quotidianamente calpestate da tali volgari comportamenti”.

Consigliere Francesco Settanni
Gruppo Misto – Comune di Santa Marinella

Pubblicato martedì, 23 Febbraio 2021 @ 08:38:00     © RIPRODUZIONE RISERVATA