La storica Viviana Normando racconta le bellezze di Anguillara - Terzo Binario News

Anguillara Sabazia è una città bellissima, sulle rive del lago di Bracciano e a soli poco più di 30 km da Roma. Meta ambita culturale e turistica ha oggi solide basi dalle quali ripartire per essere sempre capitale della cultura del territorio sabatino e non solo, in collaborazione con le altre città ed istituzioni.

Collegiata Organo di Domenco Alari anguilara

Un ringraziamento di cuore va al Commissario Prefettizio dott. Gerardo Caroli che, nonostante tutto, insieme alla Dott.ssa Alessandra Giovinazzo, nell’ambito della cultura, ha anche portato a compimento la convenzione tra il Ministero per i Beni Culturali con il Museo delle Civiltà, tra cui il Museo Etnografico Luigi Pigorini e il Comune di Anguillara Sabazia, accordo che ha permesso al MuCiv non solo di riproporre un equilibrio nei rapporti tra ogni Amministrazione comunale e le autorità preposte rispetto ad un argomento tanto annoso come la riqualificazione della piroga ma persino di compartecipare con il 20% dell’importo al fine di consentire proprio al Comune di Anguillara Sabazia di presentare domanda al Bando Regionale del Lazio ed auspicare di accedere a 300.000 euro a fondo perduto, con lo scopo di restaurare la piroga e definire la sistemazione del centro visite del neolitico, avviato in gran parte.

Collegiata Organo di Domenco Alari anguilara

Con l’arrivo dei fondi o un ulteriore coinvolgimento del MuCiv, con cui i rapporti istituzionali sono stati più che mai assidui e competenti negli ultimi anni, in questa maniera il museo del neolitico potrà essere inaugurato tecnicamente a breve nella sede dell’ex consorzio, da cui non può spostarsi per motivi di sicurezza, accanto alla ferrovia, quanto meno in qualità di cantiere didattico e peraltro luogo della cultura del Distretto Tecnologico Culturale (Turistico), insieme agli altri due luoghi della cultura dello stesso DTC dell’Associazione Terre Comuni, di cui il Comune di Anguillara Sabazia è socio, quali la sede dell’Archivio Storico Comunale presso il Liceo “Ignazio Vian” e “Luca Paciolo” e la sede del Museo della Civiltà Contadina e delle Tradizioni Popolari “Augusto Montori”, nel complesso del Palazzo Baronale Orsini nel centro storico, che meriterebbe di essere sede museale specifica.

Il Museo del Neolitico, in merito al quale va ringraziato di cuore il dott. Mario Mineo coordinatore archeologo del Museo Pigorini, in collaborazione con il Prof. Federico Nomi dell’Università di Roma Tre potrà così finalmente essere accreditato in OMR, nel circuito regionale ufficiale nonché lo ricordiamo è comunque inserito nella programmazione del sistema territoriale Maneat di cui il Comune di Anguillara fa parte, con delibera di giunta e ove manca solo una firma congiunta con gli altri comuni, in questo caso con il Comune di Formello capofila, per la messa in regime dei vari itinerari, già in parte funzionanti tra attività congiunte. Prezioso il ruolo dell’autorevolissimo MuCiv, presente sul territorio anche per recenti ulteriori scoperte, dove si auspica che il centro visite del Neolitico di Anguillara ne diventi sede distaccata, con apertura tre volte settimanali, poiché troppo complessa la gestione per parte comunale. Non dimentichiamo poi che ad Anguillara Sabazia è stata restituita la sua identità culturale di “Castrum” medievale risalente al 1012, a “Bellizone dell’Anguillara”, grazie ad una scoperta della sottoscritta presso l’Archivio Storico del Capitolo Lateranense di un contratto di affitto del lago con i milites dell’epoca, peraltro documento con valenza giuridica straordinaria per tutelare gli usi civici delle acque del nostro bellissimo lago. Documento che porta Anguillara ad essere inserita nei convegni regionali, nazionali e internazionali sulla famiglia degli Anguillara a partire dal Comune di Capranica ed in tutti i circuiti annessi. Il documento in questione è stato già pubblicato nella prima guida turistica di Anguillara edita da Gangemi e acquistabile anche on line, collegata ai cartelli “Cultural Point” nel centro storico ed all’app Città di Anguillara Sabazia, ove la sottoscritta ha rinunciato ai diritti di autore a favore del Comune ed è stato edito in formato originale nel recente e valido romanzo storico, scrigno di altre ricerche, proposto dall’Associazione “Sabate” tra le iniziative celebrative del Millenario della Città e di tutte le associazioni del territorio iscritte all’albo comunale. Come tecnico, riconoscente, senza mai rinnegare la meritocrazia con la quale sono stata scelta per cv in passato come assessore tecnico alla cultura e al turismo, sottolineo che per ultimare l’abc di una città innovativa, senza cui non si può parlare concretamente né di cultura né di turismo, sono pronte le convenzioni, solo oggettivamente da siglare, presso gli uffici comunali per regolarizzare il Museo della Civiltà Contadina al fine di definirlo come Museo Civico accreditato in OMR, così da avere Anguillara con due musei inseriti a pieno titolo nei circuiti regionali e nazionali e non solo con locali comunali meritevolmente assegnati con delibera di giunta. Importante l’integrazione delle pratiche per le dimore storiche, pronta anch’essa, dove Anguillara ha non solo le agognate dimore storiche quali il Torrione medievale e i giardini del Torrione ma anche il giusto palazzo Baronale con uno dei capitoli insoliti delle pitture cinquecentesche in Europa. Avviati i circuiti per il crocierismo internazionale nei rapporti imprescindibili non solo con la Capitale e dintorni, con la Tuscia ma anche con Civitavecchia ed il turismo croceristico. Fondamentali le rassegne ricorrenti che fanno punteggio alla città e tra queste certamente il Concorso Internazionale d’organo Domenico Alari promosso dall’Associazione “Amici della Musica – Gastone Tosato”, che ha visto già il coinvolgimento dei Conservatori d’Italia e degli Istituti di Musica Sacra in Italia, con la Chiesa della Collegiata caratterizzata dall’unico organo al mondo firmato da Domenico Alari o il Concerto per la Pace promosso dalle Associazioni pregevoli della città in collaborazione con autorevoli soggetti esterni a discrezione delle Associazioni stesse. Il tutto compatibilmente tra le doverose accortezze Covid e le già complesse attenzioni previste dalla normativa Gabrielli per la sicurezza degli eventi. Per il Torrione medievale è monitorato dall’Università la Sapienza, Dipartimento di Ingegneria strutturale, a tutt’oggi e dal già assessore tecnico Arch. Angelo Palloni con il Prof. Biagio Carboni e l’Ufficio tecnico guidato dall’Arch. Marco Guarisco può acquisire il relativo programma al fine di monitorare le fessure che tuttavia non destano preoccupazione ma trattasi di un’indagine fondamentale per avere dati completi ed aggiornati a partire dal progetto di ristrutturazione che fu fatto dall’Arch. Daniele Leoni ed essere pronti per qualsiasi iniziativa e bando in riferimento alle dimore storiche. La parte alta della Torre è attuale sede dell’Associazione Scuola Orchestra che da oltre trent’anni forma i giovani di Anguillara ed il cui giusto contratto in comodato d’uso gratuito è solo da firmare per consentire loro di lavorare al meglio. E da qui o fare di una torre una torre interamente della musica o conciliare il pian terreno della torre con altre associazioni culturali. Senza dimenticare l’Associazione Marinai oggi nella sede del Centro Anziani e senza dimenticare la Banda della Città di Anguillara Sabazia e orchestra di fiati, guidata dal Maestro Enrico Scatolini, che ha sede in Via del Pratuccio e che porta il nome di Anguillara, quale “patrimonio storico culturale musicale della città”, nelle sedi ed occasioni musicali più prestigiose come fece in occasione della Festa di S. Marco, con il Vicario di Papa Francesco. Egregio e senza precedenti il lavoro svolto dall’Associazione “Arca sul lago” con la dott.ssa Lucia Buonadonna e il Presidente Franco Chiavari, nella sua interezza, per avere posto mani, non solo per avere salvato l’archivio storico, su tutto l’archivio comunale, attività imprescindibile anch’essa e da ultimare anche innanzi alla preposta Sovrintendenza Bibliografica del Lazio, speranzosi pure che il responsabile della Biblioteca possa essere non solo un bibliotecario ma un’archivista e gestire il flusso documentario a 360 gradi dal protocollo, all’archivio corrente, all’archivio storico oltre che le fervide attività bibliotecarie tra cui quelle del Sistema Ceretano Sabatino. Manca anche un addetto alla cultura come previsto per i comuni superiori ai 15.000 abitanti. Entro il 31 dicembre 2020 si attende la terza pubblicazione del millenario ovvero dell’Associazione “Arca sul lago” con la pubblicazione del primo statuto comunale e non solo. Da chiudere la convenzione con Città Metropolitana per la sede dell’Archivio Storico per l’opportunità della struttura idonea a contenere un archivio storico, anche per esigenze tecniche. In merito al teatro delle scuole medie, compatibilmente con le esigenze della scuola, è un teatro che va conservato come gioiello dell’architettura degli anni ’90. Per esigenze Covid le poltrone sono state spostate nelle aule della ex materna di Via Verdi e sono intatte e pronte ad essere riutilizzate magari anche nell’ambito del progetto di ammodernamento studiato dal Liceo artistico Luca Paciolo e dal dipartimento di scenografia, che molto ha fatto nella città soprattutto anche nei progetti di alternanza scuola e lavoro. Così come finalmente potrà essere aperto il cinema della città con autorizzazione del sindaco pro tempore e 99 posti sulle linee dell’andamento del cine teatro comunale di Manziana, non senza dotarlo di impianto a gas innovativo, il meno costoso ora e nel tempo. E per il Piano Particolareggiato del Centro Storico tante sono le considerazioni da fare, con le modifiche auspicate e necessarie in accordo con la Sovrintendenza preposta, per uno dei più belli borghi nel mondo! Non possono mancare le piste ciclabili dalla stazione e “dall’Area fieristica e Polifunzionale”, ex consorzio, Museo e Stazione del Cinema, fino a Largo dello Zodiaco per poi proseguire con la tanto agognata pista circumlacuale. E poi nel bellissimo sodalizio con la Diocesi di Civita Castellana non può mancare il rinnovo della convenzione degli anni 70-80 tra il Comune di Anguillara e la stessa Diocesi, per l’utilizzo comune a favore della collettività della Chiesa di S. Francesco, in cui manca l’interlocutore Fec – Fondo Edifici di culto del Ministero dell’Interno e per la Chiesa della Collegiata sia l’uso congiunto dell’organo Alari che la realizzazione della gipsoteca di Ignazio Jacometti scultore neoclassico per eccellenza collegato a tanti itinerari romani e scultore ufficiale di Pio IX e di cui a breve sarà pronta una monografia d’arte. Sorprendenti gli itinerari, da percorrere, della periferia di Ponton dell’Elce, Colle Sabazio quali “Terra di Lite” tra il Casale di Spanora, La Riccia e Casa Orsini a Vigna di Valle come da antichi documenti. Da tutelare il patrimonio archeologico la cui salvaguardia è affidato ad Associazioni quale “Antica Clodia” e Università di Siena in una convenzione da aggiornare e che come referente di un lavoro quotidiano, oggi anche nel contesto dell’Ecomuseo in comunione con gli altri comuni del lago, ha l’archeologo dott. Paolo Lorizzo, oggi anche Direttore del Parco Archeologico dell’Acqua Claudia. Sarà mia cura come studioso recuperare il logo originario del Comune anche per il corretto uso rappresentativo presso l’Archivio di Stato a Roma nel complesso romano di S. Ivo alla Sapienza. E così via!

Restando sempre a disposizione per la città, porgo i miei migliori auguri di buon lavoro al Sindaco Avv. Angelo Pizzigallo e con l’auspicio che tutti possano sempre collaborare al meglio a favore del benessere della città!

Anguillara Città della cultura!

Viviana Normando Storico dell’arte, giornalista, manager della cultura

Pubblicato venerdì, 9 Ottobre 2020 @ 15:39:10     © RIPRODUZIONE RISERVATA