La mostra “La Dolce Vita di Fellini e Catozzo” arriva a Tolfa - Terzo Binario News

di Cristiana Vallarino

Arriva a Tolfa dopo un lungo viaggio per l’Italia, iniziato da Adria e passato per Venezia oltre che Civitavecchia e Viterbo, la mostra “La Dolce Vita di Fellini e Catozzo”. L’iniziativa, oltre a celebrare i 100 anni dalla nascita del grande regista, ricorda il suo amico e collaboratore Leo Catozzo, geniale montatore a cui si deve l’invenzione della pressa per pellicole che porta proprio il suo nome e che scelse la frazione tolfetana di Santa Severa nord per aprire il suo stabilimento, attivo ancora adesso.

Catozzo, nato ad Adria nel 1912 si spense proprio a S. Severa nel 1997. La presentazione dell’evento si terrà alle 18.30 di oggi, martedì 21 settembre, alla Pinacoteca del municipio del paese collinare, il taglio del nastro dell’esposizione avverrà poco dopo nei locali del Centro anziani al piano terra del palazzo comunale.

La Pressa o incollatrice rapida inventata da Leo Catozzo mentre montava il film “Le notti di Cabiria” (1957) è uno strumento che rivoluzionò per sempre il montaggio dei film, tanto da far meritare al suo creatore nel 1990 il Technical Achievement Award.

L’intenso rapporto di amicizia e di lavoro che Fellini e Catozzo hanno avuto – iniziato con il film La Strada, passando per capolavori come Le Notti di CabiriaLa Dolce Vita e Otto e mezzo – è stato raccontato in una pubblicazione a cura di Silvia Nonnato e adesso anche in questa esposizione che sarà visitabile a Tolfa per una decina di giorni, dove ci saranno documenti in originale  e materiali in copia stampati su pannelli, grazie anche al prezioso archivio del figlio Alberto Catozzo, con elementi inediti, sceneggiature, lettere inviate da Fellini, caricature e disegni realizzati dal grande Maestro, oltre ad altri materiali utilizzati per la pubblicità dei film, che restituiscono uno spaccato del tempo in cui lavorarono a stretto contatto.

Pubblicato martedì, 21 Settembre 2021 @ 11:08:24     © RIPRODUZIONE RISERVATA