Il Santa Marinella sbaglia due rigori e passa il Fregene 1-0 - Terzo Binario News

Il Santa Marinella ha ufficialmente un conto aperto con i calci di rigore. Al Tamagnini di Civitavecchia i rossoblù hanno perso 1-0 contro il Fregene Maccarese, nella seconda giornata del girone A di Promozione, sbagliando due rigori: uno nel primo tempo con Ciro Di Fiandra e un altro nella ripresa con Davide Cedeno.

Sicuramente va sottolineata la grandissima prestazione nel numero 1 ospite Alessio Pacelli, che ha neutralizzato il secondo tiro dal dischetto ma soprattutto per le parate prodigiose che hanno permesso ai suoi di uscire dall’impianto di Campo dell’Oro con tre punti in tasca.

Nicola Salipante manda in campo Del Duchetto in porta, Palmarucci e Converso esterni con Gallitano e De Angelis centrali; nella zona nevralgica capitan Trebisondi con De Santis e Morasca mentre a comporre il trio d’attacco ci sono Cedeno, Grossi e Di Fiandra. Sullo 0-0 capita un’occasione d’oro a Di Fiandra che da dentro l’area si vede respingere la conclusione a botta sicura da Pacelli.

La gara è condizionata dal vento che spazza il Tamagnini al punto che la formazione di Mauro Natalini decide di giocare quasi solo di rimessa. La tattica riesce perché al 28’ Alessio Sargolini recupera palla a sinistra, salta i difensori e con diagonale preciso fredda Stefano Del Duchetto. I santamarinellesi non si scompongono e infatti, dopo aver tenuto il pallino del gioco per tutta la frazione, a fine parziale Andrea Prencipe di Tivoli fischia il primo rigore per fallo su Di Fiandra in area. Lo stesso centravanti si presenta dagli undici metri ma evidentemente aleggia il fantasma di Tolfa e nel cercare l’incrocio dei pali calcia alto. Nel secondo tempo i padroni di casa non si scompongono e continuano a tenere il possesso palla sebbene il vento contrario non aiuti a tessere le trame di gioco. Tuttavia un tocco di mano in area induce il direttore di gara a fischiare la seconda massima punizione della partita. Stavolta si incarica del tiro Cedeno che spara angolato sì ma a mezz’altezza alla sinistra di Pacelli che vola e devia fuori. Solo a questo punto l’undici della Perla sembra accusare il colpo finché sui piedi di Di Fiandra non capita un’altra occasione ghiotta che però un Pacelli stratosferico impedisce di trasformare in gol.
Fuori dagli spogliatoi c’è un mister Salipante che fatica a digerire la sconfitta: «Non mi era mai successo prima qualcosa di simile – racconta l’allenatore – non può succedere ma il calcio è questo e quando sbagli due rigori è giusto perdere. È dura da mandare giù ma è così. Siamo andati sotto regalando una rete per un disimpegno sbagliato per dimostrare che si è trattato di una partita storta. La squadra dopo il gol subito ha reagito bene ma davanti c’era una compagine ostica e organizzata». Sugli errori dal dischetto: «A Tolfa accadde lo stesso, ora sono tre rigori sbagliati in due partite. Non me la prendo con i giocatori ma è un dato di fatto. Dopo il tiro ho detto a Di Fiandra di stare tranquillo e volevo che tirasse anche il secondo invece è andato Cedeno. Ora bisogna stringersi e ripartire bene domenica nel derby con il Tolfa», conclude Salipante.
Il Santa Marinella resta a quota 3 punti, in pieno centro classifica.

Pubblicato lunedì, 11 Ottobre 2021 @ 08:04:00     © RIPRODUZIONE RISERVATA