Il Grando-pigliatutto incassa Urbanistica e Lavori Pubblici, il vice a Fdi • Terzo Binario News

Rischia di restare a bocca asciutta il “saltafosso” Pierini, immolato per la patria politica Aronica

Stasera il primo consiglio comunale del Grando bis rischia già di trasformarsi in una notte dai lunghi coltelli.

Infatti il primo cittadino sarebbe intenzionato a tenere per sé l’assessorato all’Urbanistica – come già avvenuto nei cinque anni scorsi – e stavolta anche un altro settore strategico come quello del Bilancio.

Il sacrificato sarebbe Claudio Aronica, che nella scorsa consiliatura aveva lavorato senza scossoni. L’unica riconfermata nel terzetto di assessorati pesanti dovrebbe essere Veronica De Santis, tuttavia identificata pienamente in quota Grando.

Equilibri già instabili nella maggioranza vista l’intenzione del sindaco di ri-affidare il ruolo di vice ad Annibale Conti, esponente di Fdi in quota Righini e Lollobrigida, che nel Grando-uno subentrò a Pierpaolo Perretta quando questi venne chiamato a giudizio. Forse non è neanche un caso l’avvicinamento al partito della Meloni, che si può scorgere con la presenza del primo cittadino ladispolano a Cerveteri dove la presenza di Fratelli d’Italia è stata importante. Al punto da arrivare allo scontro fisico di stanotte.

Tornando al vice sindaco, in questo caso a rimanere a mani vuote sarebbe Marco Pierini, che cinque anni fa contese a Grando lo scranno di palazzo Falcone sotto il vessillo del Pd. In questa campagna elettorale ha spinto per la causa del centrodestra con candidati riconducibili a lui ma al momento non gli verrebbero assegnati incarichi importanti.

Pubblicato lunedì, 27 Giugno 2022 @ 15:56:46     © RIPRODUZIONE RISERVATA