Dal Fontanone al teatro Marcello, il Campidoglio cede ai privati 8 gioielli storico-artistici per finanziare i restauri - Terzo Binario News

RomaTeatroMarcello01Dal Fontanone al Teatro Marcello, il Campidoglio mette a reddito una parte del patrimonio monumentale di Roma, cedendolo in concessione a privati per sette, anche otto anni. La notizia è apparsa stamani su Il Messaggero, dove si spiega che secondo il piano, inserito nel documento unico di programmazione 2016-2018 della Sovrintendenza capitolina ai beni culturali, gli aspiranti gestori pagheranno i restauri e le spese di allestimento, in cambio dell’assegnazione pluriennale dei beni storici per svolgervi attività culturali e di ricezione. L’operazione punta alla riqualificazione e alla valorizzazione di beni storici ormai in stato di disuso e semi-abbandono. Un patrimonio che si trascina nel degrado e che il Comune non riesce a ”risanare”. Ecco allora che gli uffici della Sovrintendenza sono al lavoro, ora, per predisporre i bandi con cui assegnare nei prossimi tre anni la concessione degli edifici ai privati. Otto i ‘gioielli’ individuati. In pole position, il Fontanone al Gianicolo: l’obiettivo è restaurare e allestire gli ambienti annessi alla Fontana dell’Acqua Paola, per il costo di 360mila euro.

Poi una porzione delle scuderie di Villa Torlonia da restaurare e allestire al costo di 300mila euro, e l’Arco dei Quattro Venti all’ingresso di Villa Pamphilj da ristrutturare con 150mila euro. Strategico, scrive ancora il Messaggero, sarà il restauro dei due padiglioni cinquecenteschi di Villa Aldobrandini a via Nazionale per un milione di euro. Spiccano, poi, il restauro del complesso monumentale delle serre di Villa Pamphilj per una spesa di 700mila euro, il restauro e consolidamento dei Casali del Sepolcro di Priscilla sulla via Appia Antica per 384mila euro, e il restauro del casale e torre dell’area archeologica del Sepolcro degli Scipioni per 300mila euro. Gran finale per l’allestimento dell’area del Teatro di Marcello: un lavoro imponente da 7,5 milioni di euro. Per ciascun bene, i costi degli interventi saranno a carico dei concessionari.

Pubblicato martedì, 5 Gennaio 2016 @ 09:58:00     © RIPRODUZIONE RISERVATA