Da Allumiere gli allievi del Comprensivo in visita all'Istituto Agrario di Tarquinia - Terzo Binario News

Seconda parte del progetto “Conoscere e raccontare il territorio”

Si è svolta con successo la seconda parte di “Conoscere e Raccontare il Territorio”, il progetto portato avanti dalla giunta Pasquini in sinergia con l’Università Agraria di Allumiere.

Ieri mattina, accompagnati dal presidente dell’Università Agraria, Pietro Vernace, dal segretario Luigi Atebani e dai docenti Arianna Mortellaro, Simona Greto, Giordano Iacomelli e Brunella Franceschini – quest’ultima in duplice veste di insegnante e Assessore alla Cultura – gli alunni delle classi seconde dell’Istituto Comprensivo di Tolfa (plesso Allumiere) si sono recati a Tarquinia per poter incontrare gli studenti della sezione agraria dell’Istituto Cardarelli.

Dopo il saluto del Ds Laura Piroli e dell’agronomo Odoardo Basili, i ragazzi hanno potuto prendere parte attivamente a dei laboratori ad hoc, che avevano l’obiettivo di far loro comprendere il significato di agricoltura multifunzionale, un concetto sposato appieno dall’Università Agraria di Allumiere.

Insieme al dottor Stefano De Paolis, titolare dell’azienda agricola “Gattopuzzo” e referente del progetto, gli studenti collinari hanno imparato in maniera divertente l’importanza di gestire, in maniera sostenibile, le risorse di un territorio, contribuendo al contempo alla sopravvivenza socio economica delle aree rurali e a garantire la sicurezza di prodotti di qualità.

Terminata la prima parte, la scolaresca si è spostata quindi a “Poggio Nebbia”, dove hanno avuto il piacere di conoscere Anna Cedrini, presidente del biodistretto della Maremma Etrusca e dei Monti della Tolfa.

“Una bella gita di prossimità – ha dichiarato entusiasta Stefano De Paolis – quella odierna. Una bella occasione di crescita per i ragazzi, che hanno potuto toccare con mano due realtà agricole molto dinamiche, due punti di riferimento imprescindibili del nostro territorio. Vorrei rivolgere un sentito ringraziamento all’Università Agraria e all’amministrazione comunale di Allumiere per la sensibilità dimostrata in materia di ambiente e territorio. Un ulteriore ringraziamento vorrei rivolgerlo al dirigente scolastico dell’istituto comprensivo collinare, Laura Somma, che ha permesso la realizzazione del progetto e alle assessore Tiziana Cimaroli (Pubblica Istruzione) e Brunella Franceschini (Cultura e Pari Opportunità), che hanno favorito il percorso didattico di conoscenza dei ragazzi, nonché all’amico Daniele Cimaroli, vice presidente dell’Università Agraria di Allumiere, che per primo ha creduto nella validità e nell’importanza di tale progetto”.

Pubblicato sabato, 7 Maggio 2022 @ 10:00:00     © RIPRODUZIONE RISERVATA