Civitavecchia, il Pincio accusa la "manina" che ha fatto alzare il numero di cremazioni - Terzo Binario News

Il consiglio di Stato dà il semaforo verde ad un aumento del tetto alle cremazioni al cimitero nuovo di Civitavecchia e in Comune esplode il caso. A far pesare l’ago della bilancia sulla richiesta di sospensiva delle prescrizioni, a favore della società proprietaria dell’impianto, è stata a quanto pare una relazione tecnica interna finita nelle mani sbagliate.

Il Sindaco Tedesco, circondato dagli esponenti di maggioranza, ha fornito la cronistoria di quanto avvenuto: il 13 dicembre al responsabile del procedimento viene chiesta una valutazione informale sul piano economico e finanziario, della quale comunque la giunta non terrà conto nel non accettare l’offerta di un accordo della società Altair per bruciare più salme. A quel punto la valutazione tecnica ricompare però tra le carte della stessa Altair. Il sindaco ha già avvertito l’autorità giudiziaria di quanto avvenuto affinché indaghi su come sia stata possibile questa fuga di notizie che ha nei fatti aperto le porte ad un numero maggiore di cremazioni, contro il volere dell’amministrazione e dei comitati dei residenti.

Pubblicato sabato, 15 Febbraio 2020 @ 07:57:00     © RIPRODUZIONE RISERVATA