Vaccini al personale scolastico: sì a chi proviene da fuori regione - Terzo Binario News

L’assessore alla sanità della Regione Lazio Alessio D’Amato aveva detto sì a patto di avere un incremento di dosi

Parte la compagna di vaccinazione del personale scolastico, con una novità: si vaccineranno anche coloro che non risiedono nel Lazio.

L’assessore alla sanità della Regione Lazio Alessio D’Amato aveva detto sì a patto di avere un incremento di dosi. Questo in seguito al taglio delle forniture.

Qui sotto il documento che invece certifica il passo indietro, dopo un confronto fra Regioni.

“Ieri, 22 febbraio, ha avuto inizio nella Regione Lazio la somministrazione dei
vaccini contro il Covid-19 al personale scolastico (e universitario) con età pari o inferiore a 65 anni.

Il piano è rivolto al personale dirigente, docente e ATA che soddisfi il predetto
requisito di età e che abbia il proprio medico di medicina generale nella Regione Lazio.

A tal riguardo e per gestire il problema, emerso nei giorni passati, del personale
assistito in altre Regioni ma in servizio nel Lazio, il 21 febbraio u.s. la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ha approvato un documento col quale ha proposto al Governo di «garantire la vaccinazione ai propri insegnanti residenti ed assistiti, indipendentemente dalla Regione in cui prestano servizio». Il personale dirigente, docente e ATA in servizio nel Lazio che abbia il medico di medicina generale in un’altra Regione sarà, perciò, vaccinato in tale ultima Regione.
Ogni ulteriore decisione al riguardo sarà comunicata dalle Regioni e dai relativi Assessorati alla sanità. Si invita il personale a consultare i siti internet che ciascuna Regione ha istituito in merito al piano vaccinale.

Il personale con più di 65 anni di età sarà anch’esso vaccinato, sebbene la relativa
tempistica debba ancora essere determinata, in base alla disponibilità di vaccini adatti.

Gli assistiti nella Regione Lazio che non si siano ancora prenotati potranno farlo
online, all’indirizzo https://prenotavaccino-covid.regione.lazio.it/. Sul predetto sito è pubblicato il seguente avviso, che si riporta integralmente:
«Da giovedì 18 febbraio il personale scolastico e universitario, docente e non
docente, con età compresa tra i 18 anni (anno di nascita 2003) e i 65 anni (anno di nascita 1956) senza patologie, potrà prenotare il proprio vaccino anti COVID-19.
La prenotazione è scaglionata per fasce d’età secondo il calendario seguente:
• 45 – 55 anni dalle ore 00:00 del 18/02;
• 56 – 65 anni dalle ore 00:00 del 23/02;
• 35 – 44 anni dalle ore 00:00 del 25/02;
• under 34 anni dalle ore 00:00 del 27/02.
La somministrazione dei vaccini avrà inizio il 22 febbraio.»

Si invitano i dirigenti scolastici delle scuole in indirizzo a dare ampia diffusione al
presente avviso e si invita il personale ad aderire all’iniziativa, sia per i vantaggi personali che ne derivano sia per proteggere la comunità scolastica.

Il direttore generale Rocco Pinneri

Pubblicato martedì, 23 Febbraio 2021 @ 19:38:05     © RIPRODUZIONE RISERVATA