Parco degli Angeli onlus, Bellantone: "Versione offerta in contrasto con la realtà" - Terzo Binario News

Riceviamo e pubblichiamo in risposta alla lettera inviataci dalle socie e la presidente di Nuove Frontiere Onlus “Preso atto di quanto portato all’attenzione pubblica dall’attuale Presidente e da alcuni Soci dell’Associazione Nuove Frontiere Onlus mi e’ d’obbligo di evidenziare che la versione offerta e’ nettamente in contrasto con la realtà dei fatti chiaramente desumibile dal documentato resoconto pubblicato sul sito internet www.parcodegliangelionlus.it
Mi preme fin d’ora sottolineare come la situazione che si e’ venuta a determinare e’ frutto dell’intransigente rifiuto dell’attuale Presidente – Sig.ra Olivan Cesarina – di accedere ad ogni forma di dialogo ancorche’ nell’interesse di TUTTI i ragazzi del Parco degli Angeli.

Con tale definizione, per come ho sempre esplicitato, intendo ricomprendere tutti quelli, nessuno escluso, per i quali ho profuso ogni energia al fine di poter dar loro oggi una vita migliore e garantirgli un futuro più tutelato.
Proprio sulle tematiche del “Dopo di noi” si sono innestate delle divergenze che hanno determinato la volonta’ di taluni di provocare una spaccatura non solo sulle idee.

Il disconoscimento da parte della Sig.ra Olivan e delle persone a lei sodali del ruolo di coloro che hanno posto a disposizione le risorse per la realizzazione del “Parco degli Angeli” primo fra tutti quello del Sig. Mario Frazzetta – proprietario dell’area altresì improvvidamente estromesso dalla stessa dalla Sig.ra Olivan – ha determinato una ferma presa di posizione di questi per la tutela del principio per il quale ha fatto il nobile gesto di privarsi della disponibilità di un suo bene per perseguire il benessere di persone svantaggiate: cioè il principio che il Parco degli Angeli avrebbe dovuto essere un luogo di aggregazione da ricercare con ogni determinazione.
Il Sig. Mario Frazzetta, dopo aver formalizzato il 09.11.2017 la richiesta di rilascio dell’area non ha compiuto alcun atto nella speranza che la ragione ed il cuore prevalessero sulle stolte diatribe.

Solo il 18.04.2018, dopo aver atteso ben sei mesi, e preso atto che sono stati ignorati tutti gli appelli di pace che ho formulato per il bene di TUTTI i ragazzi, il Sig. Mario Frazzetta ha ritenuto di dotare l’Associazione Parco degli Angeli Onlus del titolo che le consente di poter fruire dell’area dalla quale e’ stata arbitrariamente estromessa.
Ciononostante il sottoscritto ha continuato a prospettare alla Sig.ra Olivan la possibilita’ di una civile convivenza fra le due Associazioni nel rispetto delle prerogative di quelle dell’affidataria dell’area.
La Sig.ra Olivan, pero’, ha preferito barricarsi nella struttura pur di non consentire l’accesso all’Associazione Parco degli Angeli Onlus.

Ho richiesto l’intervento delle Forze dell’Ordine per la constatazione di tale volontà e purtroppo si e’ dovuto anche prendere atto che non ci si sono avuti scrupoli a porre ragazzi fragili al centro di tensioni, pur avendo io dato appositamente largo preavviso che mi sarei recato sul posto per rientrare in possesso dell’area senza, ribadisco, richiederne il rilascio all’Associazione Nuove Frontiere Onlus.
Mio malgrado dovro’ attivare i rimedi di Legge per poter far valere i diritti dell’Associazione che presiedo.
E’ di tutta evidenza che la Sig.ra Olivan confida nelle lungaggini dei giudizi civili.
Nel frattempo è sereno che mi sottopongo al giudizio di chi legge”.

Filippo Bellantone
Presidente Associazione Parco degli Angeli Onlus

Pubblicato mercoledì, 2 Maggio 2018 @ 14:19:03     © RIPRODUZIONE RISERVATA