Omicidio Vannini, l'avvocato Gnazi: "Domani può succedere di tutto" - Terzo Binario News

Mancano ormai poche ore alla sentenza bis che dovrà emettere la Cassazione sull’omicidio di Marco Vannini, che vede imputata l’intera famiglia Ciontoli.

C’è tensione ovviamente nelle parti civili, rappresentate dall’avvocato Celestino Gnazi perché si potrebbe scrivere la parola fine su questa storia, iniziata il 17 maggio del 2015 quando Marco fu colpito da un proiettile in casa Ciontoli.

“Dopo la sentenza di domani, se arriverà, si potrà dire qualcosa di diverso. Può succedere di tutto, ma se si esegue la sentenza dell’Appello Bis non ci saranno sorprese. Diversamente, se se invece ci fosse un accoglimento del ricorso della difesa (stavolta a presentare appello ai Supremi Giudici è stato solo il collegio difensivo dei Ciontoli, ndr) allora si vedrà.

La prima sentenza della Cassazione fissò dei paletti sui quali non si tornerà, a meno che la Cassazione stessa in abbia agito contro la Costituzione”.

Possibile da un punto di vista formale, praticamente impossibile a livello sostanziale: “In tal caso subentrerebbe la stessa Corte Costituzionale per correggere il tiro e iniziare un capitolo tutto nuovo. Va detto – conclude l’avvocato Gnazi – che la Corte d’Appello Bis si è adeguata minuziosamente ai paletti fissati dalla prima sentenza della Cassazione”.

Pubblicato domenica, 2 Maggio 2021 @ 20:45:50     © RIPRODUZIONE RISERVATA