La Radica, saluto ideale all’estate di Tolfa - Terzo Binario News

di Cristiana Vallarino

A Tolfa è arrivato il week end tradizionalmente dedicato alla Festa delle Tradizioni Popolari “La Radica” che, idealmente, saluta l’estate. Come fu per lo scorso anno, anche questa edizione – l’11 e il 12 settembre – sarà in forma più contenuta e pensata nel rispetto delle norme anti Covid. Quindi per eventi al chiuso sarà richiesto il Green Pass.

radica

Come spiega l’assessore Antonio Stefanini – che fa parte anche dell’associazione Generatio 90 che cura l’organizzazione della manifestazione – si è scelto di concentrare tutti gli eventi lungo via Roma, dove già è stato montato il palco, e in piazza Matteotti. senza arrivare in altre parti del centro storico come avveniva in passato. “Una decisione presa – spiega Stefanini – soprattutto per sostenere i commercianti e gli esercenti pubblici della strada che hanno particolarmente sofferto per il lock down”. La strada principale del paese sarà teatro di un sacco di iniziative, tutte gratuite alcune su prenotazione, come si può vedere dal programma affisso in giro (dove ci sono i numeri da chiamare), ma l’evento ci tiene particolarmente a diffondere il rispetto per l’ambiente, specie fra i più giovani. “Con questo spirito, per esempio, nasce “Rifiu Thlon Attacco alla Rocca” – aggiunge ancora l’assessore –. Appuntamento domenica mattina alle 10. Si tratta di una gara di raccolta rifiuti per bambini che, armati di buste e pinze, ripuliranno il sentiero da Sant’Egidio alla Rocca e poi saranno tutti premiati con prodotti ecologici e bio per la pulizia e soprattutto addenteranno una golosa e salutare merenda a base di pane e olio Evo locali”. Prenotazioni ai numeri 356359382 Andrea e 3281911676 Maria.

Fra le proposte, domenica alle 18, quella della delegata alla cultura Tomasa Pala, sempre molto attenta alla salvaguardia delle tradizioni culturali tolfetane. Nello splendido palazzo Buttaoni, allestito per l’occasione con materiali messi a disposizione anche dal Circolo Poetico B.Battilocchio, ci saranno letture animate di ottave in dialetto tratte dal testo “L’avventure de Pinocchio” di Pierino Pennesi e relativo laboratorio creativo immaginando il caro burattino catapultato alla Festa della Radica. “I bambini saranno spronati a trovare collegamenti possibili tra il testo e i giochi di strada della nostra tradizione realizzati sempre durante la Festa della Radica – spiega Pala -: l’albero della cuccagna, la corsa con i sacchi, la corsa delle pile, del cocomero e tanti altri. Alle mie letture si alterneranno le musiche del ChromaticTrio”.

La giornata di sabato inizia alle 10 con la consueta gara di pesca alla villa comunale, nel pomeriggio i tradizionali giochi popolari e il corteo “E’ morto Nino”. Per entrambi i giorni a palazzo Buttaoni si può visitare la Fiera della Tradizione, mentre non mancheranno momenti di spettacolo con i concerti. Sabato quelli di Filuccio e Fattacci e poi di Emilio Stella, domenica quello dei No Funny Stuff.

Pubblicato venerdì, 10 Settembre 2021 @ 17:09:02     © RIPRODUZIONE RISERVATA