Aviaria ad Ostia, Montino: "Allevamenti di Fiumicino sia in zona di protezione che di sorveglianza" - Terzo Binario News

“Durante un normale controllo è emerso un focolaio di influenza aviaria in un allevamento di Ostia. La Asl Rm3 e la Regione hanno attivato immediatamente i protocolli di sicurezza per evitare il diffondersi del virus”. Lo comunica il sindaco Esterino Montino.

“A questo scopo sono state istituite una zona di protezione, per un raggio di 3km dal focolaio, e una di sorveglianza, per un raggio di 10km – sottolinea il sindaco -.

Il nostro territorio rientra in entrambe le zone: una parte molto ridotta di Isola Sacra (a ridosso del Ponte della Scafa) è in zona di protezione, mentre quella di sorveglianza include anche Focene e la zona di Maccarese compresa tra le due piste dell’aeroporto. La situazione è sotto controllo”.

“Tutti gli allevamenti che rientrano in queste aree dovranno essere verificati – prosegue -. In allegato a questa comunicazione, trovate l’ordinanza completa con le disposizioni da seguire con estremo rigore, e la definizione delle aree interessate”. “In ogni caso, come spiega l’ordinanza, non sono ammessi senza l’autorizzazione del veterinario l’ingresso e l’uscita da un’azienda di pollame, altri volatili in cattività o altri mammiferi domestici. Chiunque entri o esca da un allevamento deve rispettare opportune misure di biosicurezza, tutte le carcasse dei volatili morti sono distrutte immediatamente, i veicoli e le attrezzature utilizzate per trasportare pollame sono sottoposti senza indugio a procedure di disinfestazione, così come tutti i veicoli utilizzate dal personale o da altre persone – sottolinea il sindaco -. Sono vietati il trasporto di carne di pollame, la movimentazione e il trasporto tra aziende, su strada, e l’introduzione e l’immissione di selvaggina. Sono vietate fiere di pollame e altri volatili”.

“Tutte le misure previste dall’ordinanza restano in vigore per almeno 21 giorni dopo la disinfestazione del focolaio – conclude -. Chiunque possieda polli, colombi, oche, papere o altri volatili, contatti la Asl veterinaria per avere indicazioni precise su come comportarsi”.

Pubblicato martedì, 9 Novembre 2021 @ 16:35:53     © RIPRODUZIONE RISERVATA