"Another World" a Vigne Nuove: l'opera di Gola Hundun per i piccoli pazienti della Asl - Terzo Binario News

Si è tenuta oggi – giovedì 3 dicembre – l’inaugurazione del primo intervento del progetto di rigenerazione urbana nel quartiere Vigne Nuove promosso dall’Associazione Eco dell’arte “Another World. Arte in città per immaginare il futuro”. Il “Canto d’Antro”, questo il titolo dell’opera firmata dall’artista Gola Hundun e dedicata al Servizio Tutela Salute Mentale e Riabilitazione Età Evolutiva (TSMREE) della ASL Roma 1 vuole essere percepito come una contemporanea grotta di Lascaux trasformando l’ingresso al Servizio TSMREE in uno spazio immersivo in cui scoprire forme, colori e suoni.

Si tratta di un tributo dedicato ai piccoli utenti dell’ASL che nel corso della realizzazione, sono stati chiamati a partecipare attivamente, fornendo un contributo audio che riproduce i versi degli animali. Attraverso un QR code sarà possibile ascoltare le riproduzioni in corrispondenza di ciascun animale, favorendo l’interazione tra fruitori e opera.

“Oggi siamo qui – ha dichiarato Angelo Tanese Direttore Generale della ASL Roma 1 –  con il Municipio III, perché grazie ad Ater possiamo valorizzare e rendere fruibile questi spazio esterno in prossimità del nostro servizio di neuropsichiatria infantile per valorizzarlo e renderlo fruibile. Il progetto promosso da “Eco dell’Arte” ha un valore simbolico straordinario, significa curare uno spazio per curare anche un’idea di salute e di partecipazione della comunità. Questo è solo l’inizio di un percorso che vogliamo portare avanti”.

ANOTHER WORLD 4

Presente anche Giovanni Caudo, Presidente del III Municipio, “Restituire ai bambini e alle loro famiglie un senso di sollievo e di serenità ogni volta che entrano in questo luogo di salute pubblica e non più invece, quel senso strozzato di oppressione che molti raccontano. Continuare a presidiare questi spazi è uno dei nostri più importanti impegni e vogliamo farlo cercando di espandere la bellezza che questa mattina si è rivelata così evidente in questi murales e grazie a tutte le sinergie attivat e: con la ASL Roma1, con le associazioni implicate, con Eco dell’arte e con le persone del quartiere. Noi ci siamo”

Ha concluso Maria Concetta Romano, Assessore alle Politiche Sociali Municipio III: “Questo era un posto in cui le famiglie e i bambini venivano con un sentimento di ansietà.  Ora sta rinascendo: vogliamo rinasca a beneficio di tutti e tutte. Perché anche attraversando questi ambienti, i bambini, le bambine e le loro famiglie si possano sentire coccolati, protetti, importanti. Pronti a ritrovarsi più curiosi e più sereni in una foresta di simboli positivi e concreti”.

Pubblicato giovedì, 3 Dicembre 2020 @ 14:59:52     © RIPRODUZIONE RISERVATA