Ad Allumiere la cultura parla di gialli, economia e democrazia costituzionale • Terzo Binario News

L’evento organizzato dalla famiglia Di Fano con la Fidapa di Tolfa ha visto ospiti principali i giudici Caringella e Barra Caracciolo e i loro libri

Un incontro unico con i giudici Caringella e Barra Caracciolo, l’avvocato Katte Klitsche de la Grange, il Professor Pozzi e l’europarlamentare Rinaldi

Un evento straordinario quello che, ieri pomeriggio, grazie ad una iniziativa della presidente della Fidapa Tolfa, Giuseppina Esposito, e della famiglia Di Fano, ha richiamato nella splendida Chiesa di Cibona, gentilmente messa a disposizione dalla famiglia Katte Klitsche de la Grange, un pool di insigni giuristi per parlare di due temi fondamentali nella società e nel quotidiano: giustizia ed economia. Due temi apparentemente distanti, ma in realtà profondamente interconnessi.

Dietro la giustizia ci sono i giudici, che con grande passione e spirito di sacrificio spendono la loro vita per questo nobile ideale e portano il peso del libero arbitrio, unico strumento capace di dare anima alla legge e renderla capace di fornire risposte ai cittadini. Dietro l’economia, ci sono gli economisti chiamati al difficile compito di studiare la società nei suoi comportamenti economicamente rilevanti, le decisioni dei singoli individui ed i fenomeni economici globali, predisponendo politiche che migliorino l’efficienza economica ed il benessere dei singoli individui.

Di questo e di tanto altro si è parlato ieri con due approcci diversi alle tematiche, uno più introspettivo, l’altro più pragmatico, ma comunque complementari, grazie a relatori del calibro del giudice Francesco Caringella, Presidente aggiunto Quinta Sezione Consiglio di Stato, del giudice Luciano Barra Caracciolo, Presidente Quinta Sezione Consiglio di Stato, dell’avvocato Teodoro Katte Klitsche de la Grange, del professor Cesare Pozzi, docente di Economia Applicata alla Luiss e all’Università di Foggia e del professor Antonio Rinaldi, professore di Economia e Parlamentare europeo.

Dopo un breve saluto dei sindaci Luigi Landi (Allumiere) e Stefania Bentivoglio (Tolfa), il dottor Caringella ha presentato il suo libro, “La migliore bugia”, introdotto dalle docenti Morena Stefanini e Tiziana Cimaroli. Dal libro sono stati ripresi anche dei brani, letti ad alta voce da Daniela Tartaglione, Giuseppe Finori, Marco Bart e Graziano Zannoni.

Il dottor Caringella ha illustrato la complessità della giustizia, portando il folto ed eterogeneo pubblico  non solo nelle aule del tribunale di Bari per un processo molto sentito dalla città ma svelando anche il cuore e la mente del giudice chiamato a decidere su un diritto fondamentale della persona: la libertà. Ha mostrato non solo i dubbi e le difficoltà della decisione del giudice Virginia Della Valle ma soprattutto il peso etico, morale e personale che a lungo andare segna la sua vita fino a portarla a chiedersi se possa o meno continuare ad esercitare questa professione.

Dopo un breve intermezzo musicale, in cui la giovane e brillante Alessandra De Vellis si è cimentata nel brano “Someone like you” di Adele, accompagnata al pianoforte dalla sindaca Stefania Bentivoglio, è iniziata la seconda parte.

Il dott. Barra Baracciolo, attraverso il commento del suo libro “Euro e (zero?) democrazia costituzionale”, insieme ai suoi illustri interlocutori ha invece guidato i presenti nel complesso mondo dell’economia, mostrando come questa impatti sui diritti fondamentali della persona e affrontando e spiegando la complessa vicenda del concetto economico del “vincolo esterno”, ossia il complesso di regole europee che impattano sulla politica fiscale degli stati membri. Il libro si inserisce nel dibattito sulla prolungata stagnazione e deindustrializzazione che hanno segnato la realtà sociale e occupazionale italiana dalla introduzione della moneta unica, intesa come vincolo esterno che ha progressivamente svuotato l’assetto legale-costituzionale. La nuova edizione aggiorna queste criticità sulle novità costituite da Ngeu e Pnrr, nonché dalla crisi energetica, indagando la connessione di questi nuovi elementi col vincolo esterno e suscitando nel lettore non pochi interrogativi.

Molto soddisfatta dell’evento la Prof.ssa Esposito, che, oltre agli intervenuti, ha voluto ringraziare personalmente le docenti Stefanini e Cimaroli, il Ds Laura Somma e la sua vice, Antonella Bertini, sempre presenti agli incontri culturali, il Sindaco dei Ragazzi, Alessandro Paolucci e le alunne dell’Istituto Comprensivo di Tolfa, che hanno fatto da hostess e addette alla vendita dei libri presenti.

“Un ringraziamento doveroso – ha concluso poi la Esposito – va alle assessore Tomasa Pala, Marta Stampella e Romina Scocco, sempre sensibili a questo tipo di iniziative, nonché all’onorevole Alessandro Battilocchio, da sempre nostro grande sostenitore”.

Pubblicato domenica, 6 Novembre 2022 @ 13:04:35     © RIPRODUZIONE RISERVATA