Simona Molinari incanta il pubblico del Tolfa Jazz • Terzo Binario News

Inizio alla grande per il 13^ Festival, prima giornata in rosa, con la “Susan G. Komen”. Sul palco anche la giovane Isotta

Per il 13^ Tolfa Jazz un inizio davvero sfavillante. La prima giornata, all’insegna del rosa, ha portato sul palco due voci femminili italiane davvero interessanti.

Ad aprire la serata di venerdì, alla villa comunale, la giovanissima cantautrice Isotta che ha presentato diversi suoi brani, molti ispirati alle sue esperienze.

Di lei si sentirà molto parlare in futuro, è stata già notata e ha raccolto riconoscimenti a livello nazionale e quest’estate partecipa, come opening guest, ad alcune tappe del tour dell’artista protagonista d’eccezione della prima serata del Festival, Simona Molinari.

Una Simona Molinari davvero brava: splendida e versatile voce, ottimi testi ed arrangiamenti (in cui lo swing naturalmente lascia il segno), alcuni noti (come la canzone sigla della serie del BarLume), altri del suo ultimo disco, tra l’altro in vinile, dal titolo “Petali” che si è aggiudicato la targa Tenco.

Grazie anche agli interventi tra un brano e l’altro, in cui si è simpaticamente “raccontata” spiegando le ragioni e i momenti in cui ha scritto alcuni testi, la cantante ha saputo coinvolgere il folto pubblico che ha riempito tutte le gradinate dell’anfiteatro del giardino tolfetano, esibendosi per oltre un’ora di fila, accompagnata da una band d’eccellenza.

Da sinistra, Franceschini, Bentivoglio e Camilletti

A presentare è stata Manola Camilletti, la quale ha chiamato sul palco il professor Gianluca Franceschini, in rappresentanza della “Susan G. Komen Italia”, l’associazione che fa prevenzione ai tumori al seno. “Sono diversi anni – ha detto il medico specialista – che la Komen è partner del Festival, anche questo serve a dare visibilità alla lotta contro il tumore che purtroppo non dà tregua. E anzi, causa Covid anche la prevenzione ha subito un grave arresto”. Le donne in rosa della Komen – che a Tolfa e Allumiere sono tantissime e molto attive – anche ieri pomeriggio hanno sfilato per il centro del paese, con la Pink Puffers Brass Band. E tutti – cantanti, musicisti, staff e molti spettatori – hanno appuntato la spilletta rosa della Komen.

Isotta. E sopra, Simona Molionari (le foto sono di GIULIA RUTIGLIANO)

A portare il saluto dell’amministrazione la sindaca Stefania Bentivoglio che, insieme a Egidio Marcari e Alessio Ligi, presidente e al direttore artistico di Etra che organizza il Festival, hanno regalato ad entrambe le cantanti, oltre ai tradizionali fiori, la caratteristica borsa tolfetana catana.

“Non ero mai stata a Tolfa, è stata una bellissima sorpresa. Conoscevo il Festival, naturalmente” ha detto Simona Molinari, finito il concerto, prima di essere giustamente attorniata da fans. “La location dove ci si esibisce è splendida: una vista spettacolare. Ma del resto il paese e tutto il territorio è notevole. Siamo stati davvero accolti alla grande.. .E poi che dire del cibo: si mangia benissimo!”. Anche per Isotta “Tolfa è stata una piacevole scoperta”.

E a proposito di cibo, ottimo il pur semplice pasto servito nel ristorante allestito alle spalle del palco e buonissima la birra artigianale spillata dai vari stand nel giardino. Dove la musica continua fino a notte fonda.

Pubblicato sabato, 23 Luglio 2022 @ 15:00:14     © RIPRODUZIONE RISERVATA