"Una goccia per la vita": un successo la raccolta sangue in piazza a Civitavecchia - Terzo Binario News

È stata raccolta ben più di “Una goccia per la vita” nell’emoteca mobile che ha ieri ha stazionato a piazzale del Pincio. L’iniziativa è partita dall’Amministrazione Comunale – in particolare dalla consigliera Elisa Pepe – e ha visto coinvolti diversi soggetti come l’Avis di Civitavecchia, Croce Rossa Italiana, la Asl Roma 4, Fondazione Telethon, Coldiretti, Tenuta del Gattopuzzo, Api di Tolfa e Olitar che hanno offerto la colazione post-donazione. Con loro l’agrichef Ilaria Marino.

goccia vita avis civitavecchia 1

Un’occasione importante per sensibilizzare sul tema della donazione di sangue che ha fatto felice il presidente della sezione Villotti Fabio Lisiola, per aver “incassato” quasi trenta sacche di sangue dall’unità mobile prestata dall’Avis regionale: «Si sono presentati 29 donatori con 26 sacche raccolte – spiega Lisiola – e lo considero un ottimo risultato, ottenuto grazie ai rapporti intessuti con le altre associazioni che hanno preso parte alla giornata. Un’iniziativa all’insegna della massima espressione dell’altruismo più puro e del vivere bene. Si vuole insegnare che il circuito virtuoso è composto dal mangiare sano unito alla prevenzione sanitaria e all’attività fisica».

goccia vita avis civitavecchia coldiretti

Fra i donatori occasionali si è prestato il consigliere Enzo D’Antò. Poi c’è da fare i conti con la realtà, anche se i numeri autunnali non sono disastrosi come quelli estivi: «No, ma occasioni come questa servono a prepararsi per le fasi più complicate».

Certo viene da chiedersi se il Covid possa rappresentare un problema sia in fase di donazione che di ricezione: «Le procedure antiCovid in vigore rendono la raccolta sicura. Le sacche vengono lavorate dopo 48 ore per scongiurare rischi. Nel 2020 appena due sacche sono state distrutte solo per precauzione, perché sembra che il virus non si trasmetta attraverso il plasma» la conclusione di Fabio Lisiola.

Anche il presidente del Comitato locale della Croce Rossa Italiana Roberto Petteruti giudica estremamente positivo il risultato di “Una goccia per la vita”: «Siamo contenti di questa iniziativa che testimonia ancora una volta l’importanza di lavorare sinergicamente per obbiettivi comuni. È l’unica soluzione per far fronte alle diverse esigenze ed emergenze che affliggono la popolazione».

La prima firmataria dell’evento, la consigliera Elisa Pepe, sorride: «Massima soddisfazione da parte di tutti per un evento che si va consolidando negli anni, raggiungendo obiettivi sempre più importanti e che si struttura pian piano coinvolgendo sempre più realtà. Grazie ai donatori, veri protagonisti della giornata».

La volontà è quella di rendere “Una goccia per la vita” un appuntamento fisso per il 23 novembre di ogni anno.

Pubblicato mercoledì, 24 Novembre 2021 @ 08:02:00     © RIPRODUZIONE RISERVATA