27042017Headline:

Forza Italia Ladispoli presenta ai cittadini il programma elettorale

Riceviamo e pubblichiamo – Si sta ormai delineando il programma elettorale che FORZA ITALIA si appresta a presentare ai cittadini di Ladispoli in vista delle prossime elezioni amministrative.

Un lavoro di mesi, che si basa sulle proposte dei cittadini, imperniato su 5 cardini: Famiglia, Impresa, Lavoro, Sicurezza, Equità fiscale.

Un punto a parte lo merita il Turismo associato alla cura dell’ambiente, che dovrà diventare il volano della nostra bella città. Con tutte le sue caratteristiche geografiche, storiche, archeologiche e paesaggistiche, la Città di Ladislao può diventare luogo godibile e di grande richiamo turistico.

Tra i nostri impegni primari:
– ripristinare i nostri arenili, laddove possibile, col recupero della tradizionale sabbia ferrosa, la famosa sabbia della salute, andata perduta a causa di interventi inutilmente e dannosamente dispersivi;
– valorizzare e destagionalizzare il lavoro sulle coste, per incentivare il turismo balneare.
Nel cassetto dei sogni, c’è l’idea di attirare capitali per un hotel a 4 stelle, dotato di vasca per la talassoterapia, capace di interessare anche il turismo qualitativamente superiore.

Al fine di dare una scossa allo sviluppo, nel programma di Forza Italia, figura la proposta di sinergie con imprenditori, per creare un polo turistico- ricettivo, dove si potranno offrire opportunità lavorative agli studenti dell’alberghiero, importante istituto cittadino.  Occorre, perciò, predisporre un’agenda di valorizzazione delle nostre risorse archeologiche, puntando sulla redditività attraverso bandi e progetti per la relativa gestione, pubblicizzando il programma in maniera adeguata per la ripresa dello sviluppo locale.
Diventa sempre più indispensabile, per la nostra città, avere un rapporto positivo ed un approccio proattivo verso le opportunità che Bruxelles mette a disposizione. L’amministrazione Comunale deve potenziare i legami con Bruxelles e promuovere sinergie internazionali che vedano le imprese locali, i professionisti, gli studenti e le realtà vive del territorio protagoniste.

A tale proposito dovrà essere istituito quello che è stato sempre il cavallo di battaglia di Forza Italia, ovvero lo “Sportello Europa”, formato da figure specializzate, che dovranno favorire la nascita di una rete locale di realtà ladispolane proiettata verso l’estero: vanno colte le potenzialità legate alla programmazione economico-finanziaria comunitaria 2014-2020, intensificando gli scambi internazionali e accompagnando le eccellenze locali interessate a crescere attraverso nuovi mercati in percorsi di internazionalizzazione.

L’Amministrazione Comunale dovrà istituire anche un Assessorato alle Politiche Comunitarie che possa essere fucina di idee, progetti ed iniziative e centro di supporto per la preparazione, la partecipazione e l’implementazione di programmi comunitari sul territorio visto che gli enti locali, oggi sono vessati dai tagli ai trasferimenti erariali e costretti al rispetto del patto di stabilità, al punto da dover rinunciare agli investimenti.

Analizzando singolarmente i 5 principi cardine si ricava l’idea di città da realizzare:
– La Famiglia, cellula fondamentale della società in tutti i suoi aspetti, da tutelare e sostenere con politiche mirate, focalizzando l’aiuto sul quoziente familiare, risorse permettendo.
Sicuramente la creazione di un Piano Regolatore Sociale permetterà di avere un quadro nitido e preciso dell’esistente, sul quale intervenire attraverso un Welfare all’altezza delle trasformazioni sociali in divenire, a cominciare dalla creazione di piu’ asili nido comunali, visti gli impegni lavorativi delle coppie e che trovano difficoltà nel ricevere assistenza per i figli.

Un punto non secondario è dedicato agli animali d’affezione. Sui “migliori amici dell’uomo”, presenti “a milioni” nelle case degli italiani, Forza Italia sarà in prima linea nella tutela dei loro diritti.

– L’Impresa, il fulcro dell’economia cittadina. Al centro la sua tutela e valorizzazione con una serie di politiche mirate. Si parte dal nuovo accesso al credito attraverso protocolli d’intesa, da attuare con enti preposti al credito e microcredito.

Sviluppare altresì una Rete d’Impresa cittadina per poter accedere a più larghe economie di scala, ad una pluralità di settori e all’apertura di mercati che la singola azienda da sola non potrebbe raggiungere. Con tale contratto si hanno notevoli vantaggi tra i quali: creazione di un marchio comune, fiscalità di vantaggio, accesso al credito semplificato e meno oneroso, riduzione dei costi di approvvigionamento, più fatturato e più utili, offerta integrata di servizi, maggiore fidelizzazione dei clienti, pubblicità e marketing di ritorno con lo scopo comune di far crescere la propria capacità innovativa e soprattutto la propria competitività sul mercato.

Il tutto supportato a livello comunale da uno sportello chiamato “Retimpresa permanente”, che fornisca: informazione, consulenza e gestione delle reti di impresa.

A seguire la valorizzazione delle libere professioni, riconoscendone le funzioni sussidiarie di pubblico interesse con albi comunali appositi.
Favorire il rapporto scuola-lavoro con la creazione di un centro di formazione chiamato “ SCUOLA DELLE ARTI E DEI MESTIERI “, dalla quale trarre quanti più strumenti a favore dei nostri ragazzi, integrando il percorso col coinvolgimento degli artigiani locali, sulla base di protocolli d’intesa con il supporto anche delle associazioni di categoria al fine di offrire tirocinii formativi. Il punto d’arrivo delle succitate iniziative sarà lo sviluppo del Lavoro, dando piena occupazione ai giovani, studenti e non.

Il Rilancio della imprenditoria giovanile in campo agricolo attraverso la riduzione fiscale per i giovani che aprono imprese agricole che riescano a favorire la filiera corta. Per rendere le imprese competitive, occorre dare impulso al programma delle “ Smart Cities “, ovvero a fare di Ladispoli una città “intelligente”, usando fondi sovracomunali e, soprattutto, sviluppando la sussidiarietà con imprenditori, attratti da stimoli fiscali adeguati. Importanti ai fini della “città intelligente” i quattro settori strategici della Green economy:: eco-innovazione, fonti rinnovabili, riciclo dei rifiuti, mobilità sostenibile.

Per la Sicurezza occorre chiedere il potenziamento delle forze dell’ordine, assicurando il massimo sostegno sia economico che logistico e attuando la specificità per gli operatori della sicurezza. Realizzazione di un efficace presidio del territorio, attraverso il coinvolgimento degli enti sovra comunali e degli enti locali nei “Patti territoriali per la sicurezza”. Combattere il degrado della città con l’incentivazione della cooperazione tra tutte le forze di polizia presenti, con programmi di prevenzione situazionale e protocolli d’intesa. L’Equità fiscale richiederà molto impegno in quanto le risorse sono scarse, ma, rimodulando molte spese, sarà possibile effettuare riduzioni delle tariffe. Un esempio per tutti, la Tari (tassa sui rifiuti), che si potrà abbassare con il contributo derivante dalla raccolta differenziata nelle apposite discariche.

Contributo che deve ritornare al Comune e quindi al cittadino per l’impegno svolto a differenziare i rifiuti. Dato che il nostro Comune ha raggiunto una raccolta del 75%, sicuramente è possibile ridurre la Tari.  L’ Idea di Forza Italia è di creare una Cabina di Regia per la spending review (riduzione della spesa pubblica), attraverso cui si analizzino non solo le spese da tagliare, ma anche i benefici di ritorno per il Comune e i cittadini. Questi i capisaldi di un programma serio, credibile, attuabile, che diventerà completo ed incisivo nel momento in cui gli altri partiti della nostra coalizione daranno il loro fattivo apporto per farne la sintesi con il candidato Sindaco che sarà annunciato a brevissimo.

UFFICIO STAMPA FORZA ITALIA LADISPOLI

20 marzo 2017 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Commenta l'articolo

Aggiungi TerzoBinario nei tuoi social network.