Cavaliere: "Se il vaccino anti Covid non è un obbligo, il merito è di Fratelli d'Italia" - Terzo Binario News

“Oggi è l’equinozio d’autunno che segna l’inizio dell’autunno e, inoltre, segna anche un passaggio importante nella stagione della lotta contro l’obbligo vaccinale e per tutte le persone che negli ultimi anni si sono impegnate a far rispettare l’articolo 32 della Costituzione italiana che garantisce la libertà di scelta per quanto riguarda i trattamenti sanitari.

Oggi, negli ambienti “free vax”, si sono scambiati il post Facebook del dr. Paolo Bellavite, scienziato serio, che ha dato la buona notizia della “Parziale vittoria”, ovvero la mozione del 14.5.20 dell’On. M.S. Gelmini di F.I. è stata modificata, ovvero dall’obbligo vaccinale anti Covid19, per le categorie a rischio over 60 anni e personale sanitario, ora domani 22.9.20 in Parlamento si voterà la mozione modificata da “obbligo” a “vaccino raccomandato fortemente”.

Nelle varie chat WhatsUp, dove gli attivisti “free vax” si interrogavano chi fosse stato il promotore del miracolo, ho comunicato il contenuto del messaggio ricevuto dal Capogruppo FdI alla Camera dei Deputati, l’On. Francesco Lollobrigida. Negli ultimi mesi avevo inviato decine di articoli scientifici a diversi Parlamentari di FdI, compreso stamattina due, a dimostrazione dell’inutilità e pericolosità del vaccino anti SARS-Cov.2, meglio conosciuto Covid 19, e così, l’On. F. Lollobrigida, mi ha risposto che è stato proprio il gruppo parlamentare di Fratelli d’Italia ad ottenere il cambiamento del testo visto che FdI è da sempre a favore della libera scelta così come previsto dall’art. 32 della Costituzione. Ricordo a tutti che nel 2017 FdI alla Camera votò l’astensione all’obbligo vaccinale della Lorenzin.

Vorrei ringraziare il mio partito per la continua difesa della Vita e per l’impegno dimostrato nel tempo nel voler tutelare la salute degli italiani. A tal proposito vorrei ricordare, che negli ultimi tre anni dopo l’approvazione della L. 119/17 “obbligo vaccinale – Lorenzin”, Fratelli d’Italia si è sempre attivato a favore dei diritti costituzionali, infatti l’On. G. Righini aveva presentato una mozione in Consiglio Regionale a difesa dei diritti all’istruzione dei bambini nella fascia d’età tra 0 – 6 anni e l’On. M. Silvestroni, Deputato della Camera, presentò al Presidente On. Fico, una interrogazione per sapere i motivi per cui non si calendarizzava la “proposta di legge d’iniziativa popolare che chiedeva l’abolizione dell’obbligo vaccinale della Lorenzin”. Tutti voi vi ricorderete che nel 2017 feci un’interrogazione al Sindaco di Ladispoli: “Ladispoli free- vax”, poi dopo i miei due convegni sul tema dei vaccini, fatti nel settembre ed ottobre 2017 nell’ aula consigliare del Comune di Ladispoli, la trasformai in mozione che poi venne bocciata nel febbraio 2018 dal Consiglio Comunale.

Ringrazio Fratelli d’Italia che si impegna nel difendere i diritti costituzionale e la salute degli italiani e sono certo che gli elettori premieranno ancora una volta la coerenza dimostrata in tanti settori e in particolare nel rispetto dell’art. 32 della Costituzione”.

Raffaele Cavaliere

Pubblicato lunedì, 21 Settembre 2020 @ 20:06:03     © RIPRODUZIONE RISERVATA