Successo per 2-1 a Santa Marinella, con reti di Pomponi e Nuti

Il Tolfa espugna lo stadio Fronti e si conferma al primo posto del girone a di Promozione.

Nella 12esima giornata di andata, i collinari hanno battuto 2-1 il Santa Marinella nel derby “mare-monti” riuscendo così a consolidare la prima piazza.

Un successo importante perché lancia la squadra di Roberto Macaluso fra le compagini che possono lottare per il titolo quando l’allenatore ha sempre ripetuto di volersi assicurare in primis a salvezza.

Peri rossoblù invece la prima sconfitta casalinga che frena le ambizioni di primato, visto che in classifica gli uomini di Emiliano Cafarelli sono stati superati dall’Urbetevere, per una situazione che vede appunto in testa il Tolfa con 27 punti in condominio con il Palocco (ed entrambe le compagini devono riposare), seguite da Urbetevere a 25, Sorianese a 24 e appunto Santa Marinella a 23 con queste ultime tre che hanno riposato tutte.

Nella gara di via delle Colonie, il vantaggio lo ha siglato Dario Pomponi al 37’ del primo tempo su azione di Santi e Geovani mentre il pareggio lo ha firmato il capocannoniere del girone A Giuseppe Tabarini (al 14esimo centro stagionale) su assist dell’ex biancorosso Gaudenzi all’11’ della ripresa. La rete decisiva l’ha messa a segno al 29’ Gianluca Nuti di testa su assist di capitan Marco Roccisano, in seguito a un calcio d’angolo e situazione rocambolesca annessa. Tuttavia, a fine gara la conta dei feriti è pesante, visto che Santi si è lussato una spalla con rientro in sede e Pomponi forse vittima di uno stiramento al polpaccio. «È andata come pensavamo che andasse – spiega Macaluso – con loro che sono forti, noi compatti, forse non belli ma concreti. Si è rischiato solo su un tiro di Tabarini ma nel complesso il successo meritato. Il Santa è partito meglio, forse ha pagato il condizionamento per l’uscita di Melara. Noi ce l’abbiamo fatta nonostante le condizioni precarie di Roccisano e Salvato ma questa non sarebbe stata una scusante se avessimo perso. Però si pensa subito alla gara di domenica. Sull’1-0 si è gestivamo bene, poi è stato necessario il sacrificio di Nuti spostato terzino per Santi e nonostante ciò si è provato comunque a vincerla. Il Tolfa ha avuto più cattiveria e fame, vero che siamo un gruppo generoso ma siamo pure tecnici e impostati tatticamente. Ormai ci conoscono, basta con la sorpresa. Anzi, compagini di Eccellenza – conclude l’allenatore – cerano i nostri giocatori».

Amara l’analisi di mister Cafarelli: «Devo commentare una partita brutta da parte nostra, nella quale siamo andati male in varie situazioni, anche come gruppo e aggressività. Subiamo sempre gli stessi gol, per giunta dopo averci lavorato in settimana, regaliamo occasioni alla stessa maniera. Così non si va avanti e ciò mi dà molto fastidio. Era una gara importante, nella quale non abbiamo dato il massimo ma serve da lezione per il futuro, al fine di capire cosa serve per gestire le partite. Faccio i complimenti al Tolfa per aver giocato bene, aggressivo, bravo nel cercare di metterci in difficoltà con intensità, determinazione e voglia» la conclusione del tecnico rossoblù.

Nella prossima giornata il Tolfa ha l’occasione ghiottissima di andare da solo in testa alla classifica. Alla Pacifica arriva il Fregene ma soprattutto il Palocco osserva la giornata di riposo. Il Santa Marinella invece sarà ospite del Parioli.

Pubblicato mercoledì, 29 Novembre 2023 @ 07:33:00     © RIPRODUZIONE RISERVATA
Exit mobile version