Ferrovia Roma Nord, lettera del Comitato ai sindaci: "Per un servizio migliore unitevi ai cittadini". Pronta una manifestazione - Terzo Binario News

“Ci siamo stancati delle promesse e sappiamo che questo peggioramento continuo del servizio, oltre le parole e le promesse regionali (che attualmente lasciano il tempo che trovano, visto che le nostre priorità sono avere un servizio degno adesso e non nel 2024) porterà sicuramente a una interruzione del servizio…molto prima che inizieranno i fantomatici lavori di ammodernamento, come da nostro esclusivo cronoprogramma (che adesso per noi è solo un libro dei sogni)”. Questo il pensiero del Comitato Pendolari Ferrovia Roma Nord.

“Noi cittadini e pendolari purtroppo per chi deve decidere, viviamo un orrendo presente fatto di disagi, treni soppressi, bus al posto di treni (quando ci sono) e la trasformazione progressiva di un servizio ferroviario in una gommovia…e i lavori non sono appunto ancora iniziati! Per questo è giunto il tempo della mobilitazione attiva per manifestare il senso di disagio che forse non siamo riusciti a far percepire ai tavoli ai quali abbiamo partecipato, siano state riunioni in Regione oppure le recenti assemblee pubbliche nei comuni. Qualche sindaco ci ha già risposto affermativamente ed è con noi per questa battaglia che è anche di civiltà”.

“Ci stanno umiliando in tutti i modi, facendo passare per oro quello che invece è tutt’altro, non possiamo sopportare ulteriormente questa pietosa condizione di pendolare senza diritti”.

Da qui una lettera inviata dal Comitato a tutti gli uffici comunali. E rivolta ai sindaci. “A questo punto riteniamo ancora più indispensabile il supporto di tutti i sindaci che si devono schierare materialmente a favore dei cittadini nella battaglia per ottenere un servizio migliore”.

“Chi legge questa lettera e abita in uno dei Comuni interessati potrebbe andare a parlare con il proprio sindaco per sapere intanto se l’ha ricevuta e soprattutto cosa intende fare di concreto in sinergia con gli altri sindaci. Tra qualche giorno ci aggiorneremo sulle modalità organizzative della manifestazione”. 

Questo il testo della lettera

Cari SINDACI,il disservizio che i pendolari e vostri concittadini stanno vivendo è sempre più palese e grave, soprattutto perché annunciato da tempo. Il Comitato Pendolari Ferrovia Roma Nord chiede quindi il vostro supporto per mantenere viva la nostra e vostra ferrovia che porta sviluppo sociale, economico e aumenta la qualità della vita di chi vive e viaggia.

Senza la ferrovia Roma Nord il vostro territorio diventerà prima una zona dormitorio e poi si svuoterà inesorabilmente somigliando a un paese di frontiera. Se non volete questo, allora dobbiamo organizzare una manifestazione pubblica autorizzata, civile e pacifica per manifestare tutto il dissenso e il disagio che si prova utilizzando il treno.

Ormai il servizio extraurbano è ai minimi termini, treni sempre più rari, autobus sostitutivi cancellati, 18 treni sostituiti da autobus. Come pensiamo di poter migliorare la qualità della vita dei cittadini e la ricettività dei paesi, con la loro storia, cultura, turismo, tradizioni, senza un collegamento stabile che solo la ferrovia può dare?Non è questo il servizio pubblico che paghiamo, che vogliamo e che ci permette di spostarci meglio: ogni giorno è una continua avventura per trovare parcheggio in stazione, salire su un treno che se va bene è affollato al limite dello svenimento, altrimenti non c’è proprio. SINDACI,  unitevi ai vostri cittadini e al Comitato Pendolari Ferrovia Roma Nord manifestando insieme, al più presto!

Pubblicato martedì, 24 Settembre 2019 @ 06:38:01     © RIPRODUZIONE RISERVATA