Lago di Bracciano, #openlake: "I livelli scendono di un centimetro al giorno" - Terzo Binario News

Inizia a diventare allarmante la situazione del lago di Bracciano. I livelli del bacino continuano a scendere velocemente, complice, oltre alle captazioni da parte di Acea anche il forte caldo di questi mesi e l’assenza di piogge. A essere preoccupati sono anche gli esperti. Domenica scorsa, senza attendere i dati forniti da Acea, Alessandro Mecali di #Openlake si è recato alla Marmotta per effettuare le misurazioni. 

“Il risultato – si legge in una nota – fa riflettere”. La superficie dell’acqua si trova “a 161,58 metri sul livello del mare e corrisponde a un abbassamento di -1,46 metri dallo zero idrometrico del Parco  (163,04 metri s.l.m.)”. Confrontando il dato di domenica scorsa con quelli del 12 giugno (161,66 metri s.l.m.) la certezza è solo una: il lago sta scendendo di un centimetro al giorno.

In alcuni punti del lago si stanno formando, già da tempo, degli isolotti, là dove un tempo sorgevano i moli dei battelli ora non c’è altro che una landa deserta. Addirittura a Santo Celso (siamo sempre sul lago di Bracciano) alcune capre hanno iniziato ad andare al pascolo sui fondali in secca. “La siccità – hanno denunciato sempre da #openlake – sta causando esiti paradossali. Al posto dei fondali popolati da alghe, pesci e crostacei ora c’è una prateria arida su cui le capre brucano le piante, provando a colonizzare il nuovo habitat”.

Pubblicato mercoledì, 21 giugno 2017 @ 10:20:46     © RIPRODUZIONE RISERVATA