29042017Headline:

Ladispoli, Corrado Melone: presentato il libro “Favola Romena” (Basm Românesc)

image003 (3)Mercoledì 8 ottobre 2014 abbiamo avuto privilegio di presentare ai nostri compagni di scuola, ai professori e a tutti i genitori invitati nell’Aula Consiliare di Ladispoli, il libro “Basm Românesc” cioè “Favola Romena” che abbiamo scritto proprio noi! Sono stati dei momenti di gioia e soddisfazione che ha incoronato la riuscita di un progetto unico proposto dall’Istituto “Eudoxiu Hurmuzachi” per i ragazzi romeni di diaspora, in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri Romeno: “Basm Românesc”, in occasione della Giornata Internazionale dei Bambini, il 1 giugno 2013 a Palazzo del Bambino a Bucarest.

L’obiettivo principale era quello di stimolare gli allievi romeni sparsi nel mondo a realizzare una fiaba, un documento della nostra identità unitaria, indipendentemente dal luogo dove viviamo. Infatti alla realizzazione della Fiaba Romena hanno contribuito con successo allievi romeni che vivono e studiano nelle scuole di Belgio, Spagna, Ucraina, Serbia, Repubblica Moldova, Grecia e Italia. La fiaba è partita da Bucarest, dove è stata scritta la prima pagina, poi noi abbiamo completato la storia realizzando una storia educativa, con la saggezza dei bambini di tutte le età e che dimostra l’essenza dei valori romeni da generazioni: il bene, la giustizia, il bello, la verità. Noi, dell’Istituto Comprensivo “Corrado Melone”, dell’Istituto Comprensivo “Ladispoli 1” e dell’Istituto Comprensivo “Civitavecchia 2”, coordinati dalla nostra professoressa Angela Nicoara, abbiamo realizzato la pagina 24 del libro. Ci siamo sentiti come un’unica classe, un unico battito di cuore, una testimonianza viva che le frontiere non esistono. Gli autori di questa pagina, premiati dal Primo Segretario rappresentante dell’Ambasciata di Romania a Roma, il dottor Laviniu Enii, sono stati Bendorfean Paula Adriana, Danciu Roberta, Antoce Izabela, Dumea Claudiu, Hazaparu Denis e Matasal Elisabetta.

L’immaginazione dei bambini è quel terreno di favole e di sogni che diventano realtà. I sogni scritti in questo testo narrativo vengono dai paesi dove crediamo non esiste confine e dove la lingua romena è il legame indissolubile con le tradizioni tramandate dai nostri avi. In questo mondo di bambini, esiste un valore etico particolare in cui le forze del bene escono sempre vincitrici perché rappresentano l’ideale dell’uomo.

La fiaba è stata pubblicata e presentata mercoledì 28 maggio 2014 alla Fiera Internazionale del libro di “Bucarest-2014”, Bookfest Junior, come ultima tappa del progetto, festeggiata il 1 giugno 2014 al Palazzo del Bambino di Bucarest.

Oggi, nell’Aula Consiliare, davanti ai compagni-spettatori, e sotto gli occhi severi dei docenti e incuriositi di Padre Adrian Chili, parroco romeno cattolico di Ladispoli, sono entrati nei ruoli dei protagonisti gli alunni: Bendorfean Stefano, Luca Sava, Mattia Sava, Razvan Prisecariu, Tamas Cristina, Alexandru Bran. La loro breve rappresentazione ha illustrato a tutti che questo libro insegna tanto attraverso i suoi personaggi, i loro modi di pensare, reagire e tramandare le particolarità delle tradizioni romene. Insegna soprattutto che le frontiere non esistono e che chi sogna realizza!

Ringraziamo la nostra professoressa Angela Nicoara per la passione e l’amore con la quale ci guida, il nostro Dirigente Scolastico, professor Riccardo Agresti, sempre aperto alle nostre attività extracurriculare, le Istituzioni romene che ci incoraggiano con i progetti, incontri e concorsi, e il Dirigente Scolastico dell’IC Civitavecchia 2, professor Roberto Mondelli che sostiene le nostre proposte interculturale. Ringraziamenti speciali vanno ai nostri genitori che non devono dimenticare che la favola è il primo passo per la conoscenza.

13 ottobre 2014 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Commenta l'articolo

Aggiungi TerzoBinario nei tuoi social network.