Zingaretti sul Faggeto di Allumiere: "Un pezzo di storia regionale" - Terzo Binario News

Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti ha firmato cinque decreti su proposta dell’Assessore all’Ambiente Mauro Buschini, che istituiscono altrettanti Monumenti Naturali. Si tratta di aree meritevoli di tutela e salvaguardia perché presentano elementi di interesse naturalistico e storico-archeologico che hanno contribuito in maniera significativa alla definizione di caratteri paesaggistici e ambientali dei luoghi. I nuovi 5 monumenti naturali si aggiungono ai 33 già esistenti che fanno parte delle 89 Aree Naturali Protette del Lazio, per un totale di superficie protetta pari a 236.054 ettari, il 13,7% circa del territorio regionale.

“Con i cinque nuovi Monumenti Naturali salvaguardiamo territori di particolare interesse storico, paesaggistico e naturalistico – spiega il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti – Si tratta di monumenti che raccontano la storia della nostra comunità, un patrimonio inestimabile che deve essere tutelato. La nostra regione ha una vocazione di sostenibilità ambientale e culturale che continueremo a rafforzare, promuovere, anche attraverso la nascita di nuove aree naturali protette, e salvaguardare come bene comune”.

Il primo Monumento Naturale è il Faggeto di Allumiere, faggeto di bassa quota, residuo dell’ultima glaciazione, nel comune di Allumiere, in provincia di Roma. Quest’area presenta una grande valenza naturalistica trattandosi di una formazione forestale continua ed ecologicamente caratterizzata da habitat di interesse unionale. Inoltre, al suo interno insiste un’area di rilevante valore archeologico e paesaggistico nella quale sono state rinvenute importanti testimonianze risalenti all’Età del Bronzo finale.

Pubblicato venerdì, 16 febbraio 2018 @ 19:26:12     © RIPRODUZIONE RISERVATA