Violenza di genere, eventi di Readerforblind edizioni a Ladispoli e Cerveteri - Terzo Binario News

“Giovedì 25 novembre si è tenuta la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne. In occasione di una ricorrenza così importante e sentita da tutta la comunità, noi di Readerforblind edizioni abbiamo organizzato degli eventi tra i comuni di Ladispoli e Cerveteri per parlare di donne e violenza.

Gli eventi in questione si sono svolti giovedì 25 novembre alla sala Ruspoli di Cerveteri e domenica 28 novembre al Centro d’Arte e Cultura di Ladispoli.

In queste due conferenze abbiamo presentato il libro L’amore muto di Pia Rimini, scrittrice triestina nata nel 1900 molto attiva nel panorama editoriale italiano tra gli anni ’20 e gli anni ’30, tanto che venne definita da Alberto Moravia una delle scrittrici più valide del panorama italiano del primo Novecento.

Scrittrice, attivista e conferenziera che per prima si è battuta per i diritti delle donne nella società, ed è proprio da lì che prendono spunto le sue storie: dalle vicende personali che la stessa autrice ha vissuto e che l’hanno portata a una tragica e drammatica scomparsa nel 1944 a causa dell’orrore nazi-fascista: viene infatti arrestata e deportata su uno dei treni diretti ad Auschwitz, dove però non arriverà mai.

Vorremmo cogliere questa occasione per ringraziare innanzitutto chi ha partecipato a questi due seguitissimi incontri: la redattrice Alessia Latini, la dottoressa Federica Papa, e le professoresse Mara Sabia e Giulia Boccardi, professioniste ognuna del proprio ambito lavorativo.
Per noi è stato molto importante e motivo d’orgoglio averle avute come relatrici, e per questo siamo felici di aver coinvolto così tante persone.

Ringraziamo chi ha permesso la riuscita dei due eventi, a cominciare dal sindaco di Cerveteri, Alessio Pascucci, e Federica Battafarano, assessora alle Politiche Culturali, che – entusiasti dell’iniziativa – hanno aperto la sala Ruspoli nella giornata del 25 novembre e hanno partecipato attivamente alla presentazione.

Vorremmo dunque ringraziare Laura Masielli, responsabile e curatrice del Centro d’Arte e Cultura che, nonostante una fitta agenda di eventi, è riuscita a inserire la nostra presentazione nella giornata di domenica. Ringraziamo anche alcuni rappresentanti politici e di associazioni locali, impegnati nella difesa dei diritti delle donne e nelle attività culturali del territorio e infine ringraziamo la libreria scritti&manoscritti di Ladispoli per la collaborazione costante e per essere un avamposto culturale importante della nostra collettività.

Purtroppo, i ringraziamenti terminano qui: abbiamo infatti constatato – con rammarico – che nessuno dell’amministrazione comunale di Ladispoli, a partire dall’assessore alla Cultura, né tantomeno la persona del sindaco (o qualcuno del suo staff) hanno partecipato a un evento dalla tematica così importante e sensibile a gran parte della cittadinanza.
L’eliminazione della violenza contro le donne è un tema fondamentale e che dovrebbe riunire tutti, al di là dell’appartenenza politica.

Questi due incontri sono i primi che organizziamo sul nostro territorio come casa editrice, ma il nostro obiettivo è quello di essere sempre più presenti per questa città; città abbiamo scelto non solo come luogo in cui vivere, ma anche come sede della nostra casa editrice.
Crediamo sia fondamentale operare nel territorio non solo per appartenenza ma, soprattutto, per coscienza civica e culturale e per lasciare qualcosa di tangibile rispetto ai temi dei diritti sociali, umani e dell’arricchimento culturale per tutta la comunità.
Ci auguriamo che, in futuro, certe iniziative vengano prese seriamente da chi ci amministra e da chi è stato designato da una maggioranza democratica non solo ad amministrare una città, ma anche a essere portavoce di tutta la popolazione, soprattutto se si parla di tematiche importanti come quella della violenza di genere”.

Readerforblind edizioni

Pubblicato lunedì, 29 Novembre 2021 @ 19:26:36     © RIPRODUZIONE RISERVATA