Tutto pronto per il 55esimo Palio di Allumiere - Terzo Binario News

di CRISTIANA VALLARINO

Ad Allumiere oggi è il gran giorno: la domenica più attesa dell’anno, quella in cui da 55 anni si tiene il Palio delle Contrade.

Gli stendardi coi colori delle sei contrade – Burò, Ghetto, La bianca, Nona, Polveriera e Sant’Antonio – sventolano da tempo dalle finestre del municipio che si affaccia sulla piazza in cui è stata allestita la pista sterrata su cui si sfidano gli asini montati a pelo. L’anello del percorso è stato, come vuole tradizione, testato ieri, sabato pomeriggio, in quella che è chiamata “provaccia”: 8 minuti per ciascuna squadra per saggiare la pista per poi dare il meglio nelle varie batterie. Fino a diversi anni fa, la “provaccia” si teneva di notte, senza grandi controlli, e poi si tirava mattina tra fiumi di alcool e spesso qualche scazzottata tra tifoserie avversarie. Ormai, le leggi che regolano questo tipo di eventi, hanno istituzionalizzato la prova che si disputa con tutte le accortezze. Tra l’altro, in questi due giorni, è vietato servire bevande in vetro o ceramica. Inoltre, da una decina d’anni, dopo la “provaccia” si disputa il Minipalio: due batterie per vincere una coppa. Ieri la vittoria è andata a La bianca, grazie a un primo e un terzo posto dei fantini Cheyenne, ovvero Francesco Piramidi, e Massimiliano Mazzarani detto Mazzarà, in groppa a Balù e Sabatino. Consegnare la coppa offerta dal Bar della Piazza al team bianco verde presieduto da Ettore Piroli è stata la presidente della Pro Loro Tiziana Franceschini. A fare la cronaca del pomeriggio e a stimolare il tifo le due giornaliste Romina Mosconi, vera e propria madrina del Palio, e la giovane new entry Claudia Barbara.

Dopo il Minipalio via alle feste in ciascuna contrada. La Bianca, frazione decentrata, ha tenuto la sua nella piazzetta dietro il palazzo comunale. Si è mangiato, bevuto, cantato e ballato in tutti i sei angoli del paese fino a notte fonda. Pure ristoranti, bar, gelaterie e pizzerie ha fatto il tutto esaurito. Cosa che accadrà anche stasera, quando la festa scatenatissima sarà ospitata dalla contrada vittoriosa, e nei locali si fermeranno tanti delle centinaia delle migliaia di visitatori attesi.

La giornata odierna comincia già alle 11, con la benedizione dei fantini e dei somari sul sagrato della chiesa. Poi prima della corsa, dalle 17, sfilata del corteo storico con 250 figuranti e esibizione degli sbandieratori. A decretare il miglior gruppo di costume una giuria di prestigiosi esperti: Andrea Viotti, costumista di teatro e cinema e docente all’Accademia Costume e Moda di Roma, Vincenzo Esposito, professore di Antropologia all’Università di Salerno e Serena Santacroce, insegnante di moda all’Ipsia Calamatta di Civitavecchia. La scelta degli sbandieratori e tamburini più abili toccherà invece al Gruppo di Sbandieratori della Ss Trinità di Soriano nel Cimino, pluripremiato a livello internazionale.

Poi ci sarà solo la gara per la conquista del Palio, da tre anni in casa Polveriera, una manciata di minuti, con tre sgabbiate, in cui salirà alle stelle l’adrenalina delle tifoserie sistemate nelle tribune attorno all’anello e dei visitatori raccolti al centro.

Aspettando la gara durante la giornata si può girare per il paese e magari ammirare le composizioni su tema Palio che concorrono per il secondo anno al premio Vetrina più bella. Si può visitare al palazzo camerale l’esposizione dedicata al Palio delle Contrade, organizzata dall’Associazione Eureka; si possono acquistare, a 2 euro, le cartelle della tombola la cui estrazione, a cura di Anna Pesce, si tiene alle 22.30. Si può andare alla piazzetta del Minatore per ammirare i quadri della mostra La Ferrata.

Naturalmente tutto ciò si svolge sotto la supervisione delle forze dell’ordine, della municipale, col supporto di Croce Rossa, Vigili del Fuoco, Protezione civile secondo un piano elaborato dall’amministrazione del sindaco Antonio Pasquini, in base alle prescrizioni di legge. Previste vie di fuga, punti di primo soccorso, accessi e parcheggi per portatori di handicap. Il centro è chiuso alle auto ma esiste un servizio navetta che lo collega ai parcheggi periferici che sono al Campo sportivo Tolfa, campo sportivo Allumiere e area antistante deposito Cotral. Il servizio sarà garantito dalle ore 15 alle 24.

Pubblicato domenica, 25 Agosto 2019 @ 11:20:00     © RIPRODUZIONE RISERVATA