Trippetta, il ministro della difesa del Fidene - Terzo Binario News

Parla il centrale della formazione rossoverde

Manuel Trippetta, difensore centrale dell ASD Fidene, classe 89, una vita in marcatura su tutti i campi del Lazio. Nato e cresciuto a San Basilio, dove ha tirato i primi calci e dove è cresciuto calcisticamente, poi alla Vigor Perconti, per poi approdare a Passo Corese e alla pro Calcio Sabina ( promozione); quindi tre anni a Fiano Romano dove ha vinto anche un campionato, Cavese e Maglianese fra le altre fino ad approdare a luglio 2019 alla ASD Fidene.

Fino ad oggi cosa ti ha dato il calcio e cosa ti ha tolto?

Mi ha fatto maturare e crescere più velocemente perché ho sempre avuto la fortuna di giocare in società importanti a livello dilettantistico quindi ho sempre fatto quello che volevo fare e per questo non mi ha tolto nulla.

Com’è stato l´impatto con l’ASD Fidene?

Sono stato accolto da persone cordiali ed affettuose in un ambiente sano e competente dove ho avuto la fortuna di ritrovare Angelo Di Gennaro e Fabio Giuliani che considero grossi calciatori! Abbiamo una struttura organizzata e quindi dall’inizio si è capito che le cose sarebbero state fatte in maniera seria. Colgo l’occasione per salutare mister Faggetti, il DS De Marco e Il Direttore Roberto Carlino che mi hanno voluto fortemente quest’anno.

Descrivici i tuoi compagni

Siamo un gruppo dove ogni pretesto è buono per scherzare. Ci sono tante cose che potrei dire ma la parola chiave di questo gruppo è entusiasmo. Siamo sempre stati uniti ed abbiamo dimostrato che con questa nostra caratteristica, in alcune partite i valori tecnici si sono azzerati riuscendo a portare a casa incontri che sulla carta potevano essere a nostro sfavore.

Il momento più bello al Fidene?

Ce ne sono stati tanti per fortuna, tante belle vittorie, forse i momenti più belli sono stati il mio gol contro La Storta in trasferta, che ha chiuso la partita, la vittoria contro l’Accademia a tempo ormai scaduto e la vittoria in casa contro il Trevignano. Sostanzialmente tante bellissime emozioni.

Le tue caratteristiche tecniche?

Sono un classico difensore centrale, amo giocare al centro della difesa e marcare stretto le punte avversarie in maniera arcigna. Il mio mestiere è evitare di far prendere gol alla mia squadra e quest’anno, grazie anche ai miei fantastici compagni di reparto come Bonamici, Bandiera, Aprea e Birumbi, siamo risultati una delle miglior difesa con soli 16 goal subìti.

Il tuo futuro?

Ancora non conosciamo il verdetto finale del campionato, quando si saprà sicuramente il Fidene ci convocherà e vedremo quali saranno le intenzioni della Società.
Ogni anno è una storia a sé, io a Fidene sto bene ma decideremo guardandoci negli occhi. Io ho avuto già qualche richiesta , qualcuna anche importante, ma per rispetto e riconoscenza verso questa Società mi confronterò prima con loro. Concludo salutando tutti i dirigenti del Fidene, lo staff tecnico e i Direttori perché quest’anno hanno veramente fatto un gran lavoro, facendo sentire i loro calciatori persone e uomini, rispettando sempre le esigenze e andando incontro a qualsiasi problema. Complimenti a tutti! Sempre Forza Fidene!!!

Pubblicato sabato, 23 Maggio 2020 @ 15:13:28     © RIPRODUZIONE RISERVATA