Torre Angela: chiede soldi alla madre per saldare debiti di droga, al suo rifiuto la colpisce con calci e pugni - Terzo Binario News

Ha smesso di picchiarla solo quando ha sentito le sirene delle auto degli agenti del Reparto Volanti e dell’ambulanza accorse a seguito della segnalazione al numero unico di pronto intervento da parte di alcuni vicini, allarmati dalle urla di una donna. La vittima, una donna di 58 anni, madre del suo carnefice, all’arrivo dei poliziotti ha mostrato loro i segni della violenza del figlio: ecchimosi sulla fronte, sulle braccia, oltre ad un forte dolore al torace e ad un morso sulla fronte. Questo quanto accaduto in zona Torre Angela.

Nonostante il divieto di avvicinamento, di cui il 37enne era già gravato, si è presentato ugualmente a casa della madre chiedendole dei soldi, a suo dire necessari per sanare alcuni debiti di droga. E’ stato il rifiuto della donna a far scattare la violenta aggressione, con calci e pugni. All’arrivo dei poliziotti – C.V. le sue iniziali – è stato arrestato per estorsione, inosservanza al provvedimento che disponeva il divieto di avvicinamento, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.

Nel corso degli accertamenti realizzati presso il commissariato Casilino, infatti, l’uomo ha aggredito e minacciato anche i poliziotti. La mamma, per le ferite riportate, tra cui la frattura di due costole, è stata refertata in ospedale con 21 giorni di prognosi.

Pubblicato mercoledì, 9 Ottobre 2019 @ 11:10:46     © RIPRODUZIONE RISERVATA