TolfArte, domani si parte - Terzo Binario News

di Cristiana Vallarino

Una inaugurazione di altissimo livello – in senso letterale – quella di venerdì 7 agosto per la 16a edizione del pluripremiato Festival Internazionale TolfArte. Evento clou di questa Limited edition, come obbliga l’emergenza sanitaria, è infatti lo spettacolo a 30 metri di altezza destinato ai 350 spettatori che si potranno sedere in piazza Vittorio Veneto sia alle 21.15 che alle 23.45. Il primo è già sold out, il secondo ha ancora posti disponibili.
“Stiamo andando benissimo nelle prenotazioni – dice stanca ma soddisfatta Francesca Ciaralli – con alcuni spettacoli già esauriti. Soprattutto quelli per i bambini”.

La presidente dell’associazione nata sulle ceneri della Comunità giovanile che ideò il Festival commenta molto positivamente l’anteprima dello scorsa settimana: “Ci ha permesso di testare questa nuova versione di Tolfarte, con le sue regole e limitazioni, facendo comprendere ai tolfetani che quest’edizione si svolge in piena sicurezza per tutti. Inutile dire che un po’ di timore tra i residenti era palpabile, memori delle folle delle ultime edizioni. Invece adesso sento che da parte loro c’è molta partecipazione e coinvolgimento”. Fondamentale è stato, e sarà nei prossimi giorni, il supporto di Prociv e Cri nei controlli dei nominativi e la misurazione delle temperature.
Bilancio positivo, dice sempre la Ciaralli, per lo streaming di alcune delle performance del passato week end, streaming che si ripeterà pure per alcuni dei prossimi spettacoli, quello aereo in primis. “Una cosa ci tengo a dire – conclude la presidente – ossia che per tutti gli artisti partecipanti si tratta del primo impegno dopo il lockdown. Addirittura per alcuni si tratta probabilmente dell’unica uscita che riusciranno a fare in questo periodo così difficile per l’arte in genere. Per noi è una vera soddisfazione aver potuto offrire una scena a tanti validi artisti che ne erano rimasti privi così a lungo”.

Del resto, “La Magia va avanti” è il motto di questa edizione speciale caratterizzata da 50 spettacoli tra arte acrobatica e circense, musica, teatro, arte visiva e laboratori, all’insegna dell’alta qualità, della ricerca creativa e della didattica per i più piccoli grazie alla sezione TolfArte Kids, che si sviluppa nel Polo culturale.
Oltre ad ospiti di rilievo nazionale ed internazionale, la manifestazione offre pure quest’anno un’ampia sezione dedicata alle compagnie di ricerca, a nuovi contesti, nuovi linguaggi artistici e band inedite.

L’imponente macchina scenica in piazza nuova è allestita per l’esibizione della compagnia eVenti Verticali con la sua performance aerea “Quadro”.
Un palco aereo di 50 metri quadrati, con 4 grandi fori a far da quinte, apparirà al pubblico come un piano orizzontale che lentamente si muove mutandosi in parete. Un percorso artistico multidisciplinare che parte dalla danza verticale per giungere alle discipline aeree circensi. 
Sullo stesso palco, altro grande protagonista di venerdì sarà il pluripremiato Peppe Voltarelli, due volte vincitore della Targa Tenco, ex frontman de Il Parto delle Nuvole Pesanti, che vanta grandi collaborazioni con con Negrita, Claudio Lolli, Teresa De Sio, Roy Paci, Finaz della Bandabardò, Sergio Cammariere.
I suoi lavori sono pubblicati in Canada, Argentina, Stati Uniti ed Europa. A TolfArte, porta il suo spettacolo di teatro canzone “Planetario”, che interpreta con voce, chitarra e fisarmonica, raccontando tra poesia e musica il viaggio tra Argentina, Canada e Stati Uniti attraverso le comunità italiane all’estero, il ruolo sociale del canto e la sua importanza nel sapere collettivo di un Paese.
Grande ospite è l’artista cileno Mr Divenytz, ex performer del Cirque du Soleil. La sua ruota Cyr è nata a Montreal nel 2003, e solo pochi artisti nel mondo sono in grado di usarla.
La performance è un misto di processi tecnici, di fusione tra l’artista e l’estensione del suo corpo, che prende vita nella ruota, e con essa si muove e gira nello scenario.
Al Polo Culturale, in concerto la giovane e già nota cantante e autrice Alice Paba, vincitrice di The Voice e originaria proprio di Tolfa.
Sulla Rocca, gli spettacoli di fuoco di Dely De Marzo e il live di Rosario Le Piane.
Imperdibile in Piazza Vittorio Veneto anche la Street Band Lestofunky presenza storica di TolfArte.
L’anfiteatro della Villa Comunale, farà da scenario alla giocoleria di Dr Stock, all’acrobatica su tessuti di Pink Mary e ad una delle performance di Mr. Dyvinetz.
 
 
Il percorso artistico di 1500 metri, aperto dalle grosse lettere che compongono la scritta Tolfarte, biglietto da visita e benvenuto di ogni kermesse, quest’anno sarà concentrato nelle location più affascinanti del centro storico del paese collinare. Le restrizioni dovute al Covid hanno dovuto sacrificare la presenza degli artigiani e dei food truck, ma ci si potrà rifare nei locali tipici sia per il buon cibo che per i prodotti handmade.
Per il programma dettagliato, consultare il sito del Festival www.tolfarte.it. Per assistere è obbligatoria la prenotazione sul link https//www.ticketino.com/it/Event/Tolfarte-2020-XVI-Limited-Edition/110668. All’ingresso sarà sufficiente mostrare la mail di conferma anche sul cellulare.  Ci saranno 4 postazioni di desk accoglienza in punti strategici della piazza nuova in mondo di far defluire le persone senza far incontrare chi esce e chi entra.

Tra gli artisti in programma sabato 8 e domenica 9: Andrea Rivera, Edoardo Pesce, Lorenzo Kruger, le sperimentazioni vocali di Gianluca Secco – vincitore della targa Miglior interpretazione NuovoImaie al Premio Tenco 2016, il ritorno di Mr. Divynetz, la performance di Fuoco e poesia di Fokoloko, la Piccola Grande Aurora, Musica Muta, Vincenzo Bencini, Niccolò Nardelli (Biennale MArteLive 2019) e Daniele Romeo con i Ritratti Musicali improvvisati.  
Nel weekend si aggiungeranno anche i tantissimi eventi nei due palazzi storici della città, Palazzo dell’Orologio (“Il Palazzaccio”) e Palazzo Buttaoni, ospiteranno installazioni teatrali, performance musicali e mostre ad accesso gratuito ma contingentato. 
Palazzo Buttaoni ospiterà eventi che promuovono l’arte del territorio, con visioni reali e utopiche della realtà post-quarantena. Tra gli artisti in mostra: Maria Giovanna Bonifazi, Eugenia Serafini, Alessandro Trincia, Serena De Angelis e Daniel Airi. L’8 agosto alle 18, conferenza “How to Pink Floyd” condotta dal chitarrista, compositore e direttore d’orchestra Giovanni Cernicchiaro. Durante l’incontro, ascolti e aneddoti porteranno il pubblico alla scoperta della celebre rock band inglese, spiegando i meccanismi che l’hanno resa uno dei più importanti fenomeni musicali della storia.
Il 9 agosto, il protagonista sarà il grande bandoneonista argentino Ricardo Badaracco.
Palazzo dell’Orologio accoglierà il pubblico in un contesto più interattivo e onirico: presenti i ritratti musicali di Daniele Romeo, già apprezzato protagonista di TolfArte 2019, che interpreterà musicalmente l’essenza di ciascuno spettatore, la performance “La Storia delle Sedie che sapevano la Storia” di Enrico Maria Falconi che vedrà come protagonista lo spettatore stesso e la sedia che lo accoglierà, e la mostra del noto fotografo Simone D’Angelo con le immagini scattate durante il lockdown. Suggestiva anche la performance sonora “Listen”: un’esperienza immersiva tra immagini e musica, dove lo spettatore e la sua immaginazione saranno i veri protagonisti, usando i propri auricolari e smartphone.
“Theia mania” sarà invece il live painting con danza e voce narrante del 9 agosto alle 19.30, che prenderà vita nel Chiostro del Polo Culturale, ad opera di Simona Sarti, Martina Crisetti e Gabriella Sabbadini.
 
La particolare edizione 2020 ha la firma della potente e collaudata macchina organizzativa dell’Associazione di Promozione Sociale TolfArte in stretta sinergia con il Comune di Tolfa, con il sostegno della Regione Lazio e con la direzione artistica di Claudio Coticoni (Scuderie MArteLive). Fondamentale la collaborazione con Protezione Civile, Croce Rossa Italiana e con le forze dell’ordine.
L’evento si inserisce nel progetto Etruria Meridionale della Cultura della Regione Lazio 2020/2021, di cui Tolfa è protagonista insieme a Cerveteri, Santa Marinella e Allumiere.
Preziosi contributo e sostegno degli sponsor Fondazione CARICIV – Cassa di Risparmio di Civitavecchia, Enel, BCC Banca di Credito Cooperativo di Roma e SICOI.
       
Da sempre TolfArte si caratterizzata per la grande partecipazione della cittadinanza, sia nell’accoglienza degli artisti e del pubblico, sia nella gestione degli spazi pubblici e condivisi. Il grande impatto che l’evento ha da ben 15 anni sul territorio, ha ispirato una delibera comunale che definisce ufficialmente Tolfa “Amica dell’Arte di strada” liberalizzando l’Arte di strada su tutto il territorio, in controtendenza con le restrizioni presenti in molti altri comuni. Già dall’arrivo a Tolfa è possibile vedere sul cartello di Benvenuto il logo che fa riferimento alla delibera e che permette ad ogni artista di esibirsi in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo della città.

Pubblicato giovedì, 6 Agosto 2020 @ 19:14:13     © RIPRODUZIONE RISERVATA