Tolfacambia sulla prima assise: "Sospetta incompatibilità del consigliere Folli, sospesa la sua posizione" - Terzo Binario News

“Durante il primo consiglio comunale per l’insediamento abbiamo presentato una richiesta di verifica delle condizioni di compatibilità e quindi di eleggibilità per la carica di consigliere del signor Mauro Folli.

A maggio 2021, il signor Folli, a seguito di indagini, è stato, insieme ad altri 16 persone, rinviato a giudizio per corruzione e abuso d’ufficio aggravato per fatti che vedono coinvolti il nostro comune e che avrebbero favorito alcuni operatori economici.

La posizione del Signor Mauro Folli, secondo noi, appare quindi in evidente contrasto con la carica di consigliere comunale.

Si profila infatti, tra le altre cose, anche un probabile conflitto di interesse, ad esempio nella determinazione da parte dell’amministrazione di costituirsi o meno parte civile che, nel caso di condanna, potrebbe chiedere il risarcimento del danno, sia di immagine che economico.
Cosa che non si capisce per quale motivo non sia stata ancora fatta.

Il nostro ruolo di consiglieri comunali, quindi di rappresentanti delle istituzioni, non può e non deve essere condizionato da interessi personali di qualunque genere, qualora vadano a discapito dell’interesse collettivo.

Il nostro ruolo di consiglieri, non é  quello di sostituirci al giudice, ma è quello di tutelare l’interesse e l’immagine del nostro Comune, e di tutti i tolfetani, ed è nostro dovere verificare e porre l’attenzione su atti che possano determinare un non rispetto dei principi di legalità, efficacia e trasparenza.

Sarebbe stato opportuno e sicuramente meno disdicevole per noi, non arrivare a questa richiesta. Sarebbe bastato infatti che si fosse posta la questione etica come fatto non secondario, già al momento della presentazione delle liste dei candidati.Si sarebbe dovuto proteggere il comune da qualunque sospetto o ombra, tanto più se quelli stessi operatori economici hanno ancora contratti in essere con il nostro comune. Ma Come se non bastasse invece, è stato anche insignito della carica di assessore.

Tutto ciò premesso abbiamo chiesto che il consiglio comunale si esprimesse sull’incompatibilità da noi sollevata o che in subordine ne fosse sospesa l’efficacia e trasmessi tutti gli atti al Prefetto per un parere  circa l’applicazione della norma suddetta.

Abbiamo inoltre invitato il Consiglio Comunale e chi di competenza a Costituirsi Parte Civile.

Il tutto è finito con un silenzio assordante e quasi imbarazzante, rotto soltanto dalle parole del segretario comunale che ha illustrato le procedure e dato 10 giorni di tempo per produrre le ragioni di parte, sospendendo momentaneamente l’elezione”.

gruppo consiliare Tolfacambia

Pubblicato martedì, 26 Ottobre 2021 @ 18:48:06     © RIPRODUZIONE RISERVATA