Tolfa, poker all’European Championship Working Equitation con Della Corte - Terzo Binario News

di Cristiana Vallarino

È una quadrupla vittoria di Tolfa quella messa a segno da Stefano Della Corte all’European Championship Working Equitation, nel Centro Ippico “Regno Verde” di Narni, nel ternano, lo scorso week end. Tolfetano è infatti il giovane e abile cavaliere, come pure la cavalla che ha montato: Laika, figlia di Diana e Urano, stallone di proprietà dell’Università Agraria di Tolfa,  nata nell’allevamento, tolfetano, di Giovanni Battista Tagliani.

Stefano Della Corte ha inoltre chiuso un poker di successi: dopo aver vinto il Campionato Regionale Lazio 2019, il Campionato Italiano 2019, il Trofeo delle Regioni con la squadra del Lazio, il Campionato Mipaaf (Ministero delle Politiche Agricole Alimentari Forestali) riservato ai cavalli da sella italiani iscritti nell’apposito registro sportivo, si è aggiudicato anche il Campionato Europeo 2019 individuale, contribuendo così, insieme al compagno di squadra il marchigiano Riccardo Trufelli, alla vittoria del Trofeo Internazionale a squadre.
Per l’edizione 2019 di questa attesissima manifestazione è stata l’Italia ad ospitare i Campionati Europei di MdL su diretta assegnazione da parte della FITE (Fédération Internationale de Tourisme Equestre) di cui la Fitetrec-Ante è membro.
Giovedì la cerimonia di apertura nell’auditorium di San Domenico a Narni, con la presentazione delle squadre e l’augurio del delegato tecnico della FITE Thierry Mouroard, del sindaco di Narni, del Presidente della Fitetrec-ante Regione Umbria  Roberto Bellini e degli Chef d’Equipe delle squadre partecipanti: Italia, Francia, Germania, Olanda. Venerdì nella prova di Dressage riservata ai Jeunes Cavaliers (Young Riders) tra i 16 concorrenti iscritti, Stefano e la sua Laika hanno conquistato la medaglia d’argento. Cosa che si è ripetuta il sabato, in una delle due prove, quella di attitudine: altro argento a pochi punti dalla tedesca Anna Laukemper su Starlight Smart Mimi.
Nelle due prove di sbrancamento del vitello, svolte sabato pomeriggio,  Stefano riesce a difendersi dalle agguerrite amazzoni francesi, ottenendo un quinto posto e punti preziosi per la classifica generale. 
Domenica mattina la prova finale con l’abilità cronometrata (gimkana veloce): Stefano consapevole del primo posto temporaneo nella classifica generale individuale con 4 punti di vantaggio, ha chiuso al secondo posto. a tre secondi dal compagno di squadra Trufelli su Leo Chicjac.
Un emozionatissimo Stefano ci tiene a ringraziare chi gli ha permesso di arrivare a questo traguardo. “In primo luogo il Commissario tecnico nazionale nonché Chef d’Equipe Ernesto Fontetrosciani per la fiducia mostratami – dice – avendomi inserito nella nazionale italiana, il mio istruttore Giulio Piombo, del Centro Ippico “Accademia equestre monta da lavoro e doma vaquera” di Vitorchiano, che oltre ad addestrare la mia cavalla mi ha insegnato la vera equitazione. E ancora il mio maniscalco Orazio Govoni sempre attento e puntuale nella ferratura, i miei genitori Lucia e Marco che mi appoggiano, regalandomi queste belle esperienze, mio fratello Luca, che mi segue passo passo, dandomi consigli durante le ricognizioni, supportandomi e sopportandomi”. “Due ringraziamenti davvero speciali ai nonni – conclude Stefano, che diventerà maggiorenne il 18 novembre e che alterna la passione per i cavalli allo studio all’Istituto nautico di Civitavecchia -: Giovanni Battista Tagliani, allevatore e custode della mia cavalla Laika, tenuta sempre in forma e pronta, ed Elisa, che a tempo di record mi ha cucito il vestito, elemento importantssimo in gara per la valutazione dell’abbigliamento”.

Pubblicato giovedì, 10 Ottobre 2019 @ 20:03:08     © RIPRODUZIONE RISERVATA