Tolfa Jazz fa ancora centro al Tagliani e per strada - Terzo Binario News

di Cristiana Vallarino

Tolfa Jazz atto secondo: voci e strumenti diversi sul palco, ancora un enorme successo e anfiteatro Tagliani gremito. Il sabato del festival ha confermato la qualità ormai raggiunta in questi dieci anni.

Si è cominciato presto, nel pomeriggio, a palazzo Buttaoni con Stefano Zenni e i suoi racconti, accompagnati dalle diapositive sul grande Louis Armstrong. Il critico, fra i più acclarati esperti del genere in Italia, stamattina, domenica, ha invece affrontato il rapporto tra jazz e danza, in “Watch your step”.

Dopo la parata Disney, con la Tiger Dixie Band, che si bissa oggi sempre alle 19, in giro per le strade del paese si è visto un curioso risciò: ai pedali il forzuto Giuseppe Scarano, seduti agli strumenti e ai microfoni , Marco Severa e Davide Severi. Un vera jammin’ session su tre ruote che ha finito il suo giro sotto il palco del giardino. Ad aprire lo spettacolo, presentato da Tiziana Profumi, il gruppo norvegese “Fjord og fjell” (ovvero fiordi e montagne). Quattro musicisti, provenienti dal nord della Norvegia, che hanno dato una propria versione di jazz, unito a brani del loro folklore come un’affascinante ninnananna. Il batterista è di casa a Tolfa : “Vengo da molti anni – ha detto – sono membro del Centro studi Italo Norvegesi e mi piace molto questa realtà”. “L’ambientazione del festival e l’organizzazione sono splendidi” ha aggiunto il chitarrista.

Dalla verde rilhassante penisola scandinava il pubblico dell’anfiteatro è stato poi trasportato nei colori e nei ritmi di New Orleans, grazie a “Storyville Story”. Un’idea di Mauro Ottolini che ha voluto fortemente realizzarla col suo amico e grande trombettista Fabrizio Bosso. Con la voce di Vanessa Tagliabue Yorke, esperta del genere e autrice di alcune delle canzoni che, ripescate dal repertorio originale degli albori del 1900, insieme a molti brani di artisti dell’epoca, hanno raccontato la vita delle persone e delle strade della città statunitense, tra musica e gioco d’azzardo . Apprezzatissimi anche dall’esperto Zenni, i virtuosismi alla tromba e trombone di Bosso e Ottolini, e al quasi dimenticato sausaphone di Glauco Benedetti, maestria al piano e batteria con Paolo Mappa e Paolo Birro. Un progetto che oggi stesso, domenica, sarà a Umbria Jazz. “Sono estremamente contento di essere ancora a Tolfa – ha detto Ottolini – ero stato qui alcuni anni fa e vedo con piacere che il festival è cresciuto. Anche io vesto i panni dell’organizzatore di una manifestazione sul lago di Garda e so quanto è difficile gestire eventi simili. I ragazzi tolfetani lo fanno egregiamente”.

Stasera il tris di Tolfa Jazz si chiude con altri due gruppi di alto livello internazionale: G and the Doctor(S) capitanati da Gloria Turrini che riproporrà sonorità black e gospel, e Leon Beal and Sax Gordon con la Luca Giordano band.

Piazza Vittorio Veneto ospita ancora stand di originali artigiani che confezionano scintillanti lampade, graziosi magneti fatti con piccoli sassolini o folcloristici abiti o monili e molto altro, mentre dai food truck si levano fumi e profumi di saporiti arrosti. Lungo via Roma (chiusa al traffico) bar, gelaterie, osterie e trattorie sono pronti ad accogliere i visitatori. Si mangia pure al giardino, oggi anche a pranzo con il jazz brunch dove si potrà assaggiare la Jambalaya. Qui dopo mezzanotte chi non è stanco può seguire la jam session e bere birra artigianale, edizione speciale per il decennale di Tolfa Jazz. Edizione speciale pure per le magliette in vendita: alle classiche col logo del festival si sono aggiunte quelle coi personaggi che ricordano i musicanti di Brema, ispirazione per locandina e manifesti 2019 firmati Valentina Vannicola, con la realizzazione grafica di Alessandro Toscano e Guendalina Fazio.

Informazione di servizio: centro chiuso alle auto che si possono lasciare ai parcheggi al campo sportivo (per chi arriva da Civitavecchia per la Braccianese Claudia) o al Casalaccio (per chi proviene da Roma per la provinciale S.Severa-Tolfa). Qui ci sono navette al costo di 1 euro a/r.

Pubblicato domenica, 21 Luglio 2019 @ 12:56:32     © RIPRODUZIONE RISERVATA