Tir AMA a Maccarese, attacco del M5S all'amministrazione: "Sindaco e giunta sapevano" - Terzo Binario News

stop-tirRiceviamo e pubblichiamo – Questa mattina alle 6.30 ci siamo uniti ai cittadini di Fiumicino ed al Comitato Rifiuti Zero per manifestare la nostra protesta contro l’utilizzo dell’impianto di compostaggio AMA di Maccarese come sito di trasferenza dei rifiuti provenienti da Roma.


E’ ormai noto che 360tt di rifiuti dei cassonetti vengono scaricati ogni giorno dai TIR AMA in piena Riserva del Litorale, in attesa di venire caricati sui camion più grandi che li porteranno negli impianti in Nord Italia per il trattamento. 
Quello che invece sono in molti a non sapere, è che all’AMA non sarà più necessaria alcuna proroga della delibera provinciale del 2012 per continuare a portare i rifiuti di Roma a Maccarese.
 Una normativa di recente istituzione, infatti, richiede anche agli impianti medio/piccoli di presentare domanda per l’Autorizzazione di Integrazione Ambientale (AIA) alla Regione Lazio, e dispone che fino al giorno in cui la Regione non rilascerà tale autorizzazione tutte le attività svolte nell’impianto potranno proseguire senza necessita’ di ulteriori richieste.
 Sembra che l’autorizzazione AIA potrebbe essere rilasciata entro Luglio 2015, ma ciò che è peggio è che questa potrebbe confermare l’attuale situazione, o tuttalpiù limitarsi a ridurre il tonnellaggio dei rifiuti di Roma da trasferire a Maccarese, andando così a consolidare in maniera definitiva una situazione che doveva essere solo temporanea in quanto insostenibile per il nostro territorio.
 Ci sembra davvero incredibile che l’Amministrazione Comunale non fosse a conoscenza delle recenti disposizioni di legge per l’AIA ma, d’altro canto, ci sembra ancora peggiore l’ipotesi che invece sapessero ed abbiano taciuto volutamente non dando mai risposte precise alle innumerevoli Interrogazioni e Question Time presentate in Consiglio Comunale dalla consigliera Velli del M5Stelle.

Del resto questa mattina davanti all’impianto di Maccarese, i pochi Consiglieri Comunali di maggioranza passati rapidamente a controllare la situazione, hanno avuto giusto il tempo delle foto di rito per il solito articoletto di propaganda e si sono dileguati alla chetichella cercando di non dare troppo nell’occhio.
Presenti attivamente invece sono stati anche i portavoce M5Stelle regionali e nazionali Denicolò e Vignaroli , che insieme alla consigliera Velli seguono da tempo la questione e che presenteranno anche a livello nazionale e regionale tutti gli atti necessari per chiarire la vicenda e cercare di porre fine a questo scempio.

Fabiola Velli
Portavoce Consigliere Comunale

Pubblicato martedì, 10 Marzo 2015 @ 14:51:44     © RIPRODUZIONE RISERVATA