Tarquinia nel Cuore pulisce le "arcatelle" dell'acquedotto sull'Aurelia Bis - Terzo Binario News

“Il nostro meraviglioso acquedotto settecentesco riconosciuto come “Le Arcatelle” va salvaguardato e valorizzato. Nella mattina di sabato 8 febbraio 2020 con un gruppo di generosi volontari abbiamo pulito un’area importante che circonda due dei bellissimi tratti dello storico acquedotto delle “Arcatelle”.

Tanti i rifiuti che sono stati raccolti: un gommone; due vecchi frigoriferi; una decina circa di gomme, gomme di camion, di trattore ed auto; una vecchia rete di ferro per dormire buttata all’interno di uno dei casotti delle arcatelle; tante bottiglie di plastica; molte bottiglie di vetro; una siringa; un lavandino; ferraglia varia; diversi fogli di guaina impermeabilizzante; una decina di sacchetti di plastica che contengono materiale da scarti da lavorazioni edili; una piccola bicicletta. In fondo alla stradina che era la vecchia sede stradale della Aurelia ci sono discariche di inerti. Una vergogna inaccettabile che si continui a deturpare l’ambiente in questo modo e offendere monumenti storici come sono le Arcatelle ed altre stupende realtà storico-architettoniche che la nostra meravigliosa Tarquinia custodisce. Abbiamo segnalato i rifiuti raccolti e le discariche di inerti al servizio comunale di raccolta dei rifiuti perché si intervenga a rimuove tali scempi. Ringraziamo anticipatamente gli operatori ecologici della ditta che ha il servizio della raccolta dei rifiuti che tante volte, anzi troppo spesso, devono correre a bonificare aree del nostro territorio colpite da gente senza scrupoli. L’iniziativa di sabato fa parte di una serie di iniziative di raccolta dei rifiuti abbandonati nell’ambiente attraverso le quali vogliamo porre l’attenzione a che certi scempi non vengano più a verificarsi. Per questo cogliamo nuovamente l’occasione a livello pubblico di sollecitare le Istituzioni locali, il Comune in primis, a mettere in campo una serie di azioni a contrasto di questa becera pratica dell’abbandono dei rifiuti nell’ambiente che ormai è divenuta una vera piaga. La mattinata ha visto l’inizio degli interventi di pulizia dell’acquedotto settecentesco dalle erbe infestanti che lo stanno distruggendo e dai tanti rifiuti che lungo i vari tratti dell’acquedotto purtroppo troviamo abbandonati. Lanciamo un accorato appello affinché il nostro imponente acquedotto settecentesco delle “Arcatelle” venga salvaguardato e valorizzato.
Alessio Gambetti
Presidente
Associazione Tarquinia Nel Cuore

Pubblicato lunedì, 10 Febbraio 2020 @ 18:16:12     © RIPRODUZIONE RISERVATA