Statuario, la scuola di via Tropea chiusa "fino a data da destinarsi" - Terzo Binario News

La scuola di via Tropea, allo Statuario, resterà chiusa “dal giorno 8 febbraio fino a data da destinarsi”. A metterlo nero su bianco, in una circolare è il dirigente scolastico.

Di conseguenza, ci sarà “la sospensione delle attività didattiche, nelle more di una comunicazione da parte del Municipio VII in cui sia chiaro il nullaosta dell’Ente Locale alla continuazione delle attività scolastiche, in considerazione sia delle attività di adeguamento in corso e/o già esperite a cura dell’Ufficio Tecnico Municipale e sia delle disposizione messe in atto dalla scuola in riferimento alla nota del Dipartimento dei Vigili del Fuoco emanata con DCPREV.5264 del 18/04/2018 per le attività scolastiche in esercizio senza il completo adeguamento alle disposizioni normative (integrazione formazione, esercitazioni antincendio”.

“Allo stato attuale – si legge – la scrivente sta sollecitando gli Enti preposti a trovare una soluzione tecnico – amministrativa immediata o in alternativa a reperire locali adatti ad accoglier la popolazione scolastica del plesso di via Tropea”.

La notizia è stata rilanciata anche da Daniele Parrucci e Francesco Laddaga, rispettivamente della segreteria romana Pd e dell’assemblea regionale del Partito democratico: ““Troviamo sconcertante quanto sta avvenendo in queste ore nel nostro Municipio Roma VII, dove è stata disposta la chiusura a tempo indeterminato del plesso scolastico Guido Milanesi di via Tropea (Statuario), creando enormi disagi per tutte le famiglie”.


“La chiusura è stata motivata dal Dirigente Scolastico per la mancanza delle prescritte autorizzazioni per il funzionamento dell’Istituto da parte degli uffici del Municipio. Cosa ancora più grave, nel leggere la Determina di chiusura della scuola, è evincere chiaramente il grande lavoro di collaborazione del Dirigente – hanno aggiunto – assumendosi anche responsabilità personali per scongiurare tale evento, ed il totale silenzio del Municipio Roma VII che finora non ha prodotto le certificazioni necessarie per il funzionamento della scuola e la sicurezza dei nostri figli”.

“Chiediamo – hanno terminato – che la presidente Lozzi e la sindaca Raggi si assumano urgentemente le responsabilità derivanti dal ruolo di elette per amministrare e risolvere i problemi dei cittadini romani”.

“Bene fanno i genitori dei 274 alunni della Scuola Media di via Tropea nel quartiere Statuario del Municipio VII a sostare nel piazzale antistante il plesso scolastico da oggi chiuso ‘fino a data da destinarsi’. Nessun plesso alternativo è stato garantito a Preside e Consiglio d’istituto: gli studenti restano a casa”. Così Erica Battaglia, della Direzione regionale del Pd.

“Leso il diritto allo studio e anche non garantito un servizio pubblico: un capolavoro che la dice lunga sulla conduzione politica municipale e comunale. In principio fu un incendio a ridosso del Natale, poi i lavori di manutenzione necessari al ripristino della normalità, poi l’apertura del plesso alle lezioni subito dopo le feste, ora una nuova chiusura e l’assenza totale di una alternativa per studenti e famiglie”.

“Al di là del legittimo interrogativo di molti per cui la scuola è stata prima aperta e oggi chiusa, ci si chiede anche quale sia il motivo che ha portato veramente alla chiusura di un servizio pubblico. Intoppi burocratici? Motivi di sicurezza? Rilascio di autorizzazioni? Il silenzio di Municipio  e Comune aiuta a capire e lascia senza alcuna alternativa 274 famiglie che oggi giustamente chiedono trasparenza”.

“Le Istituzioni garantiscano il ripristino della normalità, garantendo quantomeno una alternativa alla chiusura. Il diritto allo studio è un diritto costituzionale. Lo ricordo per chi ha poca memoria: quando si viene eletti non si è più solo ‘portavoce dei cittadinì, ma si diventa Amministratori politici della cosa pubblica. Non i grandi assenti di un disservizio sul territorio: si riapra la scuola o si dia un’alternativa”.

Pubblicato venerdì, 8 Febbraio 2019 @ 10:32:59     © RIPRODUZIONE RISERVATA