Si chiama Andrea Zitolo, è di Ladispoli ed è andato in Francia per rivoluzionare il mondo dell'energia a basso costo - Terzo Binario News
zitolo

(Foto Ansa)

Si chiama Andrea Zitolo, ha 35 anni, è nato a L’Aquila ma è cresciuto a Ladispoli ed è lo scienziato che ha aperto la strada per ottenere energia a basso costo dall’idrogeno, grazie a pile a combustibile di nuova generazione, basate su catalizzatori molto più economici di quelli attuali. Andrea vive attualmente in Francia e lo studio è stato condotto presso il gruppo Samba (Spectroscopy Applied to Material Based on Absorption) dell’acceleratore Soleil, e pubblicata sulla rivista Nature Materials.

Lo studio è stato portato avanti in collaborazione con il gruppo dell’Università di Montpellier II, coordinato da Frederic Jaouen, che ha sintetizzato questi catalizzatori. ”Le pile a combustibile permettono di utilizzare una fonte di energia pulita e abbondante come l’idrogeno, ma perchè avvenga la reazione sono necessari dei catalizzatori che attualmente sono fatti con metalli preziosi e rari, come il platino’, spiega Zitolo.

Diventa quindi possibile superare i due grandi ostacoli (ossia la scarsa efficacia e la durata ridotta) che finora hanno impedito di trasformare in realtà i catalizzatori economici.

In merito ai propri successi Andrea dichiara: “Grazie a tutti per i messaggi di congratulazioni. Chiaramente questo non è solamente un mio successo, ma quello di due gruppi che hanno lavorato con grande sinergia e determinazione. Sono quindi io a dover ringraziare in primo luogo Emiliano Fonda, responsabile della linea di luce SAMBA presso la quale lavoro, Frédéric Jaouen dell’Università di Montpellier e tutte le altre persone i cui nomi potete leggere nell’articolo. E’ dall’amore per il proprio lavoro, dalla stima e dalla fiducia reciproche che si possono ottenere risultati come questo”.

Pubblicato mercoledì, 12 agosto 2015 @ 11:27:38     © RIPRODUZIONE RISERVATA