Settevene Palo, Pascucci e Ascani preoccupati dalle lungaggini burocratiche - Terzo Binario News

Sulla Settevene Palo azione congiunta oggi, per cercare risposte concrete sui tempi per la sua riapertura, da parte dei consiglieri metropolitani del centro sinistra Federico Ascani e Alessio Pascucci.

Ascani, nel corso della riunione dei capigruppo del Consiglio Metropolitano, ha posto con forza sul tavolo la discussione sulla disastrata arteria provinciale. Le risposte avute non hanno certo rassicurato del tutto l’esponente politico. Perché se da un lato sui lavori per i quali, grazie a tante battaglie fatte, sono stati stanziati 1.250.000 euro per il 2019 e altri per il 2020 e finalmente si conoscerà il nome della ditta vincitrice del primo lotto, salvo ricorsi e altri ritardi (ma certo pesa il fatto che siamo arrivati a fine anno), dall’altro lato, l’ultima frana coinvolge un privato, per cui l’Ente può intervenire solo se lo stesso non ottempera ai lavori. E quindi si temono nuove lungaggini.

Difficile continuare così, ha sottolineato Ascani, che ha fatto presente anche nell’ultima seduta del Consiglio che questa strada è una vergogna metropolitana, al netto delle difficoltà oggettive che ha l’Ente che necessita certamente di un ripensamento della Del Rio, e con risorse adeguate, come chiesto anche con l’ultima mozione approvata all’unanimità.

Pascucci invece, anche come Sindaco di Cerveteri è andato in Regione, dove è stata convocata un’audizione della commissione Lavori Pubblici, convocata e presieduta dal Presidente Eugenio Patanè e voluta con forza anche dal consigliere Emiliano Minnucci, a dimostrazione dell’attenzione che hanno anche i consiglieri regionali sulla questione. In quella sede ha ribadito gli stessi concetti, chiedendo innanzitutto ai responsabili della Città metropolitana la conferma per gli stanziamenti nel Bilancio 2020, e l’accelerazione per le pratiche relative nei confronti del privato e di altri soggetti coinvolti per far effettuare i lavori dovuti. Pascucci infine, ben sapendo che i tempi dei lavori non saranno brevi, ha chiesto alla Regione Lazio finanziamenti per poter garantire la manutenzione delle strade comunali e interpoderali che stanno reggendo da mesi l’urto di un traffico, anche di mezzi pesanti, difficilmente sostenibile a lungo”.

Gruppo Consiliare ” Le Città delle Metropoli “

Pubblicato giovedì, 5 Dicembre 2019 @ 19:28:56     © RIPRODUZIONE RISERVATA